Ligue 1 – Play-off 5a giornata – EST- CSS (Giornate alle 17:30) – CSS: un cambiamento che promette

Ligue 1 – Play-off 5a giornata – EST- CSS (Giornate alle 17:30) – CSS: un cambiamento che promette
Ligue 1 – Play-off 5a giornata – EST- CSS (Giornate alle 17:30) – CSS: un cambiamento che promette
-

Il nuovo allenatore dello Sfaxien, Mohamed Kouki, non intende arrendersi ed entrare in questa battaglia con il minimo dubbio.

Coach Mohamed Kouki inizia la sua avventura alla guida dello staff tecnico della CSS, con un duro duello con l’Esperance allo Stadio Hamadi Agrebi di Radès. “Non avrei certo preferito, se avessi dovuto scegliere, iniziare una prova così dura con una squadra il cui morale è allo zenit e al massimo dopo la brillante qualificazione alla finale di Champions League e al Mondiale per Club. ” ha detto il nuovo allenatore dello Sfaxiens. Ma il destino di un tecnico è quello di essere pronto fin dal primo giorno ad affrontare i compiti più gravosi e di non avere paura di affrontare le sfide più grandi. “Se la missione avrà successo, sarà un grande impulso per un ottimo inizio. Mi auguro che questa classica, anche se con armi impari sulla carta tra la prima del girone Play-Off e l’ultima della classifica, possa essere per i miei protetti, privi di risultati positivi e di fiducia, il giusto detonatore per un inizio arrabbiato”.

Ritorno di Bellamine, Nasraoui e Haj Hassen

Mohamed Kouki è fortunato a poter avere i migliori elementi della sua squadra raramente completa. Può contare su Adem Bellamine e Mohamed Nasraoui per garantire il cardine centrale della sua difesa e optare, con Alâa Ghram, per la formula dei tre difensori centrali. Con una difesa a cinque dove i terzini svolgeranno appieno il loro ruolo di blocca-corridoio, l’attacco “Blood and Gold” non avrà troppi spazi e grande libertà di manovra per affermare la sua supremazia. “Più teniamo alto il premio per l’Esperance, più lo mettiamo in dubbio, più possibilità avremo di fare una buona partenza che ci farà fare il bagno”, assicura il nuovo allenatore del “Bianco Nero” . “Una buona partenza è la chiave per una partita completa che ci renderà tosti fino agli ultimi minuti. Potremo così sventare tutti questi pronostici sfavorevoli che non danno molto alla nostra pelle”. Ottimismo eccessivo o gioco del gatto col topo e tentativo di intimidazione con un avversario superiore e formidabile a tutti i livelli? Certamente sì per galvanizzare meglio la truppa e dare ali con una buona base dietro un compartimento offensivo fino ad ora piuttosto timido e silenzioso. Con il nuovo lembo dell’attacco recuperato al momento giusto dopo una lunga assenza, ovvero Hazem Haj Hassen, grande lottatore e abile combattente, potrebbe essere la ricetta giusta per uscire indenni dalla trappola. Bisognerà trovare anche la formula giusta di un centrocampista laborioso e instancabile nella ripresa, ma anche rapido ed elastico in transizione.

Con due giocatori in ottima forma e freschezza in corsia tra il trio Waddhah Zaïdi, Baraket Lahmidi e Achraf Habbassi. Senza dimenticare le carte Youssef Becha, Amor Ben Ali e Aziz Secrafy che potrebbero costituire buone alternative e un piano B.

“Quello che è certo è che giocheremo senza complessi e con buona volontà. Se oltretutto la fortuna non ci volta le spalle, ebbene riusciremo a cavarcela almeno per il punto del pareggio in mancanza di un successo che sarebbe un vero trampolino di lancio per un ritorno sul palco. e un grande passo verso la testa del gruppo”, conclude Mohamed Kouki che intende prendere subito il toro per le corna.

-

PREV Sale a undici il bilancio delle vittime dell’attacco all’ipermercato di Kharkiv
NEXT Philippe Cruette, ex direttore generale del gruppo Bordeaux Nord Aquitaine Santé, licenziato per inflazione