BD’Calé. BD’Calé – American Parano: omicidio satanista nella città degli hippy

BD’Calé. BD’Calé – American Parano: omicidio satanista nella città degli hippy
BD’Calé. BD’Calé – American Parano: omicidio satanista nella città degli hippy
-

Siamo onesti, il personaggio è improbabile. Una giovane donna, promossa ispettore delle forze di polizia di San Francisco nel… 1967? È solo nella finzione che lo vediamo.

Ma una volta digerita questa trama semplice, Kim Tyler si impone a noi. Una giovane donna, figlia di un piccolo poliziotto con pochi soldi ma molti suicidi… a quanto pare. Lei ha seguito le sue orme, in un’epoca in cui la misoginia è la regola, e il suo arrivo alla stazione di polizia le procura subito battute, battute salaci e faccende umilianti.

Passato solforoso, presente demoniaco

Il tenente Ulysse Ford la prende comunque sotto la sua protezione. Un vecchio veterano con uno stile di vita molto discutibile, ma che non la prende per un’oca bianca o un tirapiedi. Tuttavia, i due subiranno rapidamente la prova del fuoco, poiché una giovane donna è stata trovata morta, con un pentagramma inciso con un coltello sul ventre.
Basta poco perché i loro occhi si volgano verso il quartiere francese, un covo di hippy con le facciate dipinte a colori vivaci, ad eccezione della Casa Nera. Una casa tutta vestita di nero, vecchia di quasi un secolo, con un passato sulfureo e un presente… demoniaco! La tana di un certo Yeval, guru di una setta satanista. Che si lancia subito in un travagliato gioco di seduzione con il poliziotto alle prime armi…

Finte apparizioni di studenti nerd

American Parano è il fumetto vintage per eccellenza. Per la data prescelta, ovviamente, questo periodo turbolento di sconvolgimenti sociali, senza essersi liberati degli orpelli arcaici. E Chicago è il crogiolo ideale dove bolle questo brodo non sempre molto identificabile.
Vintage anche la scelta grafica, un semirealismo dalle linee nette, e in bicolore rosa antico arricchito dall’azzurro cielo. Un tratto elegante, che ricorda quello di Philippe Berthet. I personaggi lasciano a malapena trasparire le loro emozioni, una maschera sembra essere posta sui loro volti.
Il che rende particolarmente intrigante il personaggio di Kim, dal look tuttofare e l’aria falsa da scolaretta intellettuale (grazie agli autori per aver evitato il cliché della femme fatale).

Personalità magnetica

L’indagine ci porta tanto nelle tane quanto nei luoghi del sacro (o dei dannati), per focalizzarci progressivamente in cerchi concentrici attorno alla personalità magnetica di Yeval. Un sospetto troppo evidente, ma che non è esente da rimproveri per tutto ciò. Il suo forte interesse per la personalità di Kim non è privo di perplessità…
Questo primo episodio del dittico riesce quindi a catturarci nelle sue scatole come un pescatore ci avrebbe catturato nelle sue reti. E aspettiamo con impazienza il volume 2 per sperare di potercene liberare!

Lysiane Ganousse

American Parano, di Hervé Bourhis e Lucas Varela, di Dupuis; 16,50€

-

PREV posso consumarlo anche dopo diversi mesi?
NEXT Donald Trump scende sulla scalinata di Cannes