Ritorna Una Giornata in Giardino “e sempre per una buona causa”

Ritorna Una Giornata in Giardino “e sempre per una buona causa”
Ritorna Una Giornata in Giardino “e sempre per una buona causa”
-

L’evento “Una giornata al giardino” tornerà domenica 28 aprile, dalle 10 alle 18, nel parco del castello di Cadaujac. Un evento co-organizzato dal CCAS de la Ville e dall’associazione Innerwheel…

L’evento “Una giornata al giardino” tornerà domenica 28 aprile, dalle 10 alle 18, nel parco del castello di Cadaujac. Un evento co-organizzato dal CCAS de la Ville e dall’associazione Innerwheel Aliénor Bordeaux Européa.

Il sindaco del paese, Francis Gazeau, racconta la genesi di queste giornate dedicate al giardino, alla cultura “della terra e della testa” e alla solidarietà: “Nel 2014 ho incontrato l’associazione Innerwheel che mi ha chiesto se potevamo dare spazio per giardini condivisi a Cadaujac. La risposta è stata ovviamente positiva. Ricordo che inizialmente mi fu chiesto un giardino dove “le donne potessero fare il giardinaggio in tutta tranquillità”. Dieci anni dopo, i giardini sono ancora lì e sono esclusivamente i Cadaujacais, donne, uomini, di tutte le età che vengono lì, coltivano gli orti e li mantengono… La prima edizione del Garden Day è stata infatti l’inaugurazione del queste prime piazze di giardino condiviso”.

Crescendo in dimensioni e suscitando un grande interesse da parte del pubblico di Cadaujac e della regione, l’evento propone ora incontri con più di 20 espositori: orticoltori, vivaisti, coltivatori di rose… oltre allo scambio di piante e semi.

Attività e solidarietà

Ci saranno anche attività per grandi e piccini perché il sindaco vuole “far uscire la gente di casa”: trucco, musica, conferenze sulla natura, visita guidata sul luogo della natura nell’arte in collaborazione con il micromuseo Microfollia, letture e laboratorio di origami offerto dalla biblioteca comunale…

Per rendere l’evento ancora più significativo, “l’intero ricavato del ristoro e del catering di quella giornata sarà devoluto ad un’associazione che sostiene i bambini affetti da disturbi DYS: dislessia, disfasia…”, spiega Nadine Jimenez, presidente di Innerwheel Bordeaux.

“Per ogni evento mettiamo in evidenza le cause che colpiscono donne e bambini. L’Innerwheel festeggia quest’anno il suo centenario, è un po’ come il Rotary femminile presente in 103 paesi del mondo. »

-

PREV Secondo un sondaggio, le aspettative di inflazione svedese sono inferiori all’obiettivo della Riksbank
NEXT Calcio – Ligue 2. Possibile proseguimento, Thomas Callens titolare, Lucas Buades assente…: cosa sapere prima di Rodez