almeno tre morti, migliaia di residenti evacuati dopo piogge torrenziali

-

Da giovedì piogge torrenziali si sono abbattute sulla provincia del Guangdong, la più ricca e popolosa del Paese con capitale Canton ed emblematica della potenza manifatturiera cinese. Le forti piogge hanno fatto gonfiare i fiumi a un livello tale da far temere “inondazioni del secolo”, secondo le autorità locali.

“Tre persone sono morte”, ha riferito l’agenzia di stampa Xinhua, citando l’organismo che vigila sulle situazioni di emergenza, mentre 11 persone risultano ancora disperse. Più di 53.000 persone nella provincia hanno dovuto essere ricollocate, ha detto Xinhua. La stragrande maggioranza è stata evacuata da Qingyuan, cittadina situata a una sessantina di chilometri da Guangzhou e attraversata dal fiume Bei, affluente del delta del fiume Pearl.


I residenti attraversano le acque alluvionali dopo essere stati evacuati da un’area allagata.

STR/AFP

Lunedì sono attesi temporali e forti venti

Lunedì sono previste forti piogge, accompagnate da temporali e forti venti secondo i servizi meteorologici cinesi, nella metropoli di Shenzhen, al confine con Hong Kong e sede di molte aziende tecnologiche.

Il maltempo degli ultimi giorni ha causato frane nelle zone montane. Secondo la televisione di stato CCTV, sei persone sono rimaste ferite e molte altre sono rimaste intrappolate vicino alla città di Jiangwan, nel nord del Guangdong.


Danni causati dalle forti piogge nella città di Qingyuan, nella provincia del Guangdong, nel sud della Cina

STR/AFP

Le immagini trasmesse dal canale mostrano case sulle rive di un fiume distrutte da un torrente di fango e persone in cura dai servizi di emergenza su un campo sportivo allagato. Le forti piogge nel sud della Cina non sono insolite, soprattutto in estate.

-

PREV La Cina sta scaricando il dollaro a un ritmo record
NEXT Le speranze di taglio dei tassi della Fed e le tensioni geopolitiche spingono al rialzo il prezzo dell’oro