Trump si comporta male nella prima settimana di processo. Aspettatevi di più nella seconda settimana

Trump si comporta male nella prima settimana di processo. Aspettatevi di più nella seconda settimana
Trump si comporta male nella prima settimana di processo. Aspettatevi di più nella seconda settimana
-

Trump è rimasto chiaramente scioccato nell’apprendere che il processo con accuse penali comporta alcuni inconvenienti.

giocare

Gli artisti dei disegni del tribunale danno uno sguardo al processo di Donald Trump a New York

Con le telecamere bandite nelle aule dei tribunali di New York, gli artisti del disegno stanno offrendo all’America uno sguardo al primo processo penale in assoluto contro un ex presidente degli Stati Uniti.

Forse per la prima volta nella sua vita, Donald Trump ha dovuto passare una settimana in silenzio.

C’era un posto in cui doveva essere – un tribunale penale di Manhattan – e non poteva andare e venire a suo piacimento. Non poteva parlare. Non poteva inviare post provocatori sui social media dal suo telefono.

Doveva semplicemente sedersi lì e ascoltare come “il popolo dello stato di New York contro… Donald J. Trump” e i giurati sono stati selezionati per decidere se l’ex presidente avesse falsificato i documenti aziendali come parte di un piano per mettere a tacere un’ex star del cinema per adulti e influenzare le elezioni presidenziali del 2016.

Il duro Trump ha sicuramente fatto un sacco di lamentele nella sua prima settimana di processo

Trump è rimasto chiaramente scioccato nell’apprendere che il processo con accuse penali comporta alcuni inconvenienti.

Si aggrappò fuori dall’aula. La sera si lamentava sui social. Secondo quanto riferito, si è appisolato più volte durante il procedimento, segno che lo stress del processo potrebbe tenerlo sveglio la notte.

Trump chiede soldi al GOP: Con una lettera, Trump ha trasformato il Partito Repubblicano in un racket di estorsioni

In quanto avatar di un partito politico presumibilmente duro che etichetta i liberali come “fiocchi di neve”, Trump sembrava meno John Wayne e più “Ross di ‘Friends’. “

Se Trump sembrava pazzo durante la selezione della giuria, aspettate fino all’apertura delle discussioni

Entro la fine della settimana si è formata l’intera giuria insieme ai supplenti, quindi le discussioni di apertura dovrebbero iniziare lunedì.

E Trump dovrà esserci ancora una volta. Dovrà essere in quell’aula tutti i giorni del processo perché è così che funziona quando sei l’imputato in un procedimento penale a Manhattan.

Se Trump non avesse voluto essere lì, avrebbe dovuto pensarci due volte prima di pagare 130.000 dollari a Stormy Daniels, secondo il suo ex avvocato Michael Cohen, insieme a molte altre presunte azioni che hanno portato alla sua accusa di 34 capi di imputazione. Un ottimo modo per stare fuori da un’aula di tribunale è non assumere comportamenti loschi.

Ma ciò che è fatto è fatto.

Trump ha mentito sul fatto di non poter partecipare alla laurea di suo figlio

Trump ha dato il via alla cosa mentendo ai suoi seguaci e dicendo che il giudice Juan Merchan gli avrebbe proibito di frequentare il diploma di scuola superiore di suo figlio Barron il mese prossimo. Questo è falso. Il giudice ha detto che avrebbe dovuto vedere come sta andando il processo a quel punto e si pronuncerà in merito in prossimità della data.

La violenta retorica del GOP: Tom Cotton e Kari Lake mostrano quanto Trump e i repubblicani abbiano normalizzato la retorica violenta

Ma Trump si è lamentato sui social media: “Chi spiegherà per me, al mio meraviglioso figlio Barron, che è un GRANDE studente in una scuola fantastica, che a suo padre probabilmente non sarà permesso di partecipare alla sua cerimonia di laurea, qualcosa che ci è stato chiesto? ne parlo da anni, perché un giudice dello Stato di New York seriamente in conflitto e corrotto mi vuole in tribunale penale per un fasullo “caso Biden” che, secondo praticamente tutti gli studiosi e gli esperti legali, non ha alcun merito e non avrebbe MAI dovuto essere portato avanti.

Sarei felice di spiegarlo: “Barron, tuo padre è sotto processo e accusato di aver tentato di mettere a tacere una star di film per adulti con cui avrebbe avuto una relazione poco dopo la tua nascita e di aver nascosto informazioni potenzialmente scandalose agli elettori prima delle elezioni del 2016.” . Il giudice deciderà in prossimità della data della tua laurea se tuo padre potrà presenziare”.

Vai tranquillo!

Ha inventato immagini di se stesso che irrompeva fuori dall’aula in preda alla rabbia

Oltre a ciò, Trump ha urlato post incendiari su Truth Social definendo l’intero processo “una truffa provocata da un procuratore distrettuale corrotto” e il giudice e i pubblici ministeri “persone cattive e distorte”.

Ha inviato e-mail di raccolta fondi affermando “HO APPENA FUORI DAL CORTE!” (non l’aveva fatto) e ha inventato sciocchezze sul processo di selezione della giuria per sembrare una vittima, pubblicando: “Pensavo che gli STRIKES dovessero essere ‘illimitati’ quando stavamo scegliendo la nostra giuria? Poi mi è stato detto che ne avevamo solo 10.

Ciascuna parte può scioperare 10 giurati senza fornire una motivazione. Questo è standard e non è mai cambiato.

Trump ha anche potenzialmente violato il suo ordine di silenzio condividendo la seguente citazione del conduttore di Fox News Jesse Watters sulla sua pagina Truth Social: “‘Stanno scoprendo attivisti liberali sotto copertura che mentono al giudice per entrare nella giuria di Trump,’ Jesse Watters.”

Questa è, ovviamente, una sciocchezza.

E poi c’era quella cosa strana su Jimmy Kimmel…

E anche se tutto quanto sopra è assolutamente assurdo, in nessun momento della scorsa settimana il formaggio è sembrato scivolare via dal cracker di Trump più che in questo bizzarro post del mercoledì sera sul conduttore notturno Jimmy Kimmel:

“Lo stupido Jimmy Kimmel, che non si è ancora ripreso dalla sua prestazione orrenda e dal grande calo di ascolti come presentatore degli Academy Awards, soprattutto quando ha dimostrato al mondo intero di soffrire di TDS, comunemente nota come SINDROME DA DERANGEMENT DI TRUMP, leggendo in onda la mia VERITÀ su quanto pessimo lavoro stesse facendo quella notte, proprio prima di inciampare nell’annuncio del premio più grande di tutti, “Foto dell’anno”. È stato uno strozzatore CLASSICO, uno dei più grandi mai visti nel mondo dello spettacolo, e per finire, si è dimenticato di dire la famosa e obbligatoria frase, “E IL VINCITORE È”. Invece balbettò mentre apriva la busta. Presumibilmente sua moglie, e persino il management, lo hanno implorato di non farlo, “NON LEGGERE LA SUA VERITÀ, JIMMY, PER FAVORE, NON FARE QUESTO”, hanno detto. È stato fatto sembrare un FOLLO, e allo stesso tempo è passato alla storia della televisione come il PEGGIORE CONDUTTORE DI SEMPRE DEI TANTATI ACADEMY AWARDS!”

Prima di tutto, Trump stava confondendo Kimmel con Al Pacino, l’attore che ha assegnato il premio per il miglior film. Ma soprattutto: WOW! Questo è il vostro candidato presidenziale, repubblicani. È sotto processo, è sconvolto e sta diventando scollato.

Se la scorsa settimana è stata indicativa, l’America finirà rapidamente i sinonimi di “pazzo”.

Segui l’editorialista di USA TODAY Rex Huppke su X, ex Twitter, @RexHuppke e Facebook facebook.com/RexIsAJerk

-

PREV Antonio Gastao, il “piccolo armeggiatore” che vuole produrre energia
NEXT Massiccia deforestazione in Camerun: appello urgente all’azione internazionale