Terry Anderson, ex ostaggio in Libano, muore a Greenwood Lake all’età di 76 anni

-
TERRY ANDERSEN 1996 BALTIMORA MARYLAND

Terry Anderson, giornalista americano ed ex capo dell’ufficio di Beirut dell’Associated Press (AP), è morto nella sua casa di Greenwood Lake, New York, il 16 novembre 2023, all’età di 76 anni. La sua morte, avvenuta in seguito a complicazioni cardiache, è stata annunciata dalla figlia Sulome Anderson.

Anderson è noto soprattutto per i suoi 6 anni e 4 mesi di prigionia in Libano, dopo essere stato rapito nel 1985 dal gruppo militante islamico Jihad islamico. La sua detenzione, all’epoca la più lunga tra gli ostaggi americani in Libano, fu segnata da condizioni di vita difficili e da un isolamento quasi totale. È stato rilasciato nel 1991.

Prima del suo rapimento, Anderson aveva coperto per diversi anni la guerra civile libanese per l’AP. Il suo lavoro coraggioso e perspicace gli è valso numerosi premi, tra cui il George Polk Award e l’Overseas Press Club Award.

Dopo il suo rilascio, Anderson ha pubblicato un libro di memorie, “Den of Lions”, raccontando la sua esperienza con gli ostaggi. Ha anche continuato a scrivere e tenere conferenze su giornalismo, diritti umani e Medio Oriente.

Anderson lascia la moglie Madeleine, quattro figli e sei nipoti. È considerato un eroe del giornalismo e un simbolo di perseveranza di fronte alle avversità.

Carriera di Terry Anderson:

  • 1970-1985: corrispondente dell’Associated Press a Beirut, Libano
  • 1985-1991: ostaggio della Jihad islamica in Libano
  • 1993: Pubblicazione delle sue memorie, “La fossa dei leoni”
  • 1993-2005: Professore alla Colgate University
  • 2005-2013: Direttore esecutivo del Rory Peck Trust, organizzazione a sostegno dei giornalisti in pericolo

Omaggi a Terry Anderson:

  • “Terry Anderson era un giornalista coraggioso e devoto che ha dedicato la sua vita a dire al mondo la verità.” – John Daniszewski, presidente e amministratore delegato dell’Associated Press
  • “Terry era un modello di integrità e professionalità. Ci mancherà profondamente”. – Martha Gellhorn, giornalista e amica di Anderson
  • “Terry Anderson era un eroe che ha ispirato generazioni di giornalisti.” – Il Comitato per la Tutela dei Giornalisti

La morte di Terry Anderson è una grande perdita per il mondo del giornalismo. Era un giornalista di talento, un uomo coraggioso e un convinto difensore dei diritti umani. La sua eredità vivrà nel lavoro degli innumerevoli giornalisti che ha ispirato.

-

PREV Cina/Dramma: diversi morti in seguito al crollo di…
NEXT Azienda di benessere presumibilmente coinvolta nel test positivo di Paul Pogba