Passeggero muore in volo dopo aver sputato “litri di sangue”

Passeggero muore in volo dopo aver sputato “litri di sangue”
Passeggero muore in volo dopo aver sputato “litri di sangue”
-

“Ttutti gridavano. » È stata una scena di caos quella che si è svolta giovedì 8 febbraio a bordo di un volo Lufthansa, partito da Bangkok per Monaco. Un sessantenne è morto durante il volo dopo aver sputato “litri di sangue” attraverso il naso e la bocca, secondo altri due passeggeri che hanno testimoniato ai media svizzeri Clicca.

Il giornale della sera

Ogni sera alle 18:00

Ricevi le informazioni analizzate e decifrate dalla redazione di Point.

Grazie !
La tua registrazione è stata presa in considerazione con l’indirizzo email:

Per scoprire tutte le altre nostre newsletter, vai qui: MyAccount

Registrandoti accetti le condizioni generali d’uso e la nostra politica di riservatezza.

L’uomo di 63 anni non era nelle sue condizioni normali prima del decollo, hanno detto i coniugi svizzeri. Seduto nella fila subito dietro, Karin Missfelder ha notato che il passeggero tedesco, accompagnato dalla moglie filippina, “sudava freddo e respirava troppo velocemente”.

Infermiera di formazione, la Svizzera invita l’equipaggio a chiedere consiglio medico. Il capitano chiamò quindi un medico tra i passeggeri. “È andato un giovane sulla trentina, originario della Polonia e che parlava poco inglese [l’]ascolta”, disse Karin.

Una scena di “horror assoluto” sull’aereo

Dopo un brevissimo consulto, il medico giudicò che il passeggero era idoneo a viaggiare e l’aereo decollò. Tuttavia, molto rapidamente, le condizioni del sessantenne peggiorarono fino a quando iniziò a sputare copiosamente sangue attraverso la bocca e il naso. La coppia di testimoni ha descritto una scena di “assoluto orrore”.

I membri del personale hanno tentato, invano, di applicare le misure di primo soccorso. La vittima è stata trasportata nella parte anteriore dell’aereo. “A bordo regnava un silenzio assoluto”, ricordano i due svizzeri. Al microfono, il pilota ha poi confermato la morte dell’uomo e ha annunciato che l’aereo stava tornando verso la Thailandia.

Arrivati ​​all’aeroporto, Karin e Martin sono indignati per la mancanza di supporto da parte della Lufthansa. La moglie del defunto, in particolare, “è rimasta sola e ha dovuto sottostare a tutte le formalità”. La morte del 63enne tedesco è stata confermata dalla compagnia aerea, che non ha voluto dare ulteriori informazioni sulla tragedia avvenuta su uno dei suoi voli.

-

PREV il colosso Lactalis raggiunge un accordo sul prezzo del latte con i suoi fornitori
NEXT Il governo della Nuova Scozia indicizzerà le tasse all’inflazione