“Non volevo niente”

“Non volevo niente”
“Non volevo niente”
-

Sul set di “Télématin” questa domenica 7 luglio, Julie Depardieu ha parlato della morte di suo fratello Guillaume quando aveva 37 anni.

Invitata sul set di “Télématin” questa domenica, 7 luglio, Julie Depardieu ha parlato della morte di suo fratello Guillaume quando Damien Thévenot le ha parlato del film “Je suis un no man’s land” uscito nel 2010. “Ricordo che andava bene nella media, perché mio fratello scherzava sulla scomparsa nel 2008. Quindi, vedi, non ero nella migliore forma. »

Ha aggiunto: “Ho detto che avrei fatto il film. È vero che non volevo niente, ma siccome ho detto sì e penso che possiamo dirci solo una parola, l’ho fatto. » Ed è stato durante le riprese di questo lungometraggio che ha incontrato l’uomo che è diventato il padre dei suoi figli, Philippe Katerine. “Mi dico: ‘Ma che persona divertente.’ È stato molto gentile. E conosceva le battute di tutti. È davvero una persona sorprendente quando lo vedi per la prima volta. »

Il resto dopo questo annuncio

Gérard Depardieu ha parlato più volte della scomparsa di suo figlio, morto all’età di 37 anni a causa di una polmonite e di un’infezione da stafilococco aureo. “Non conosco il dolore: mio figlio Guillaume è dentro di me, così come lo sono Jean Carmet, Maurice Pialat, François Truffaut e Barbara. Se l’assenza ci pesa è a causa del vuoto che lascia. Mi assicuro di compilarlo dicendomi che a Guillaume sarebbe piaciuta questa o quella cosa”, ha confidato l’attore al “Journal du Dimanche”.

-

PREV la fiamma olimpica partecipa ai festeggiamenti del 14 luglio a Parigi
NEXT Trump sfugge al tentativo di omicidio, onda d’urto globale