Divertiti. Verso la “scuola sportiva comunale”

Divertiti. Verso la “scuola sportiva comunale”
Divertiti. Verso la “scuola sportiva comunale”
-

Nell’ultimo anno scolastico i giovani scolari di Revel hanno potuto scoprire molti sport. Laboratori di scoperta sono stati offerti durante le ore extrascolastiche con i volontari di otto associazioni locali: il club di pallamano Revel, il pallone sportivo Revel, il muay thai Revel, il club di rugby Revel, il Body Arts Center, il tennis da tavolo Revel-Lauragais, il club di judo Revelois. e il club Roller Jet.

I volontari hanno fatto il punto su queste sessioni sportive con il Comune: l’esperienza dovrebbe essere ripetuta per il prossimo anno.

Pronti a ripartire anche gli educatori sportivi della City, Franck Angelini e Audrey Clerc.

Altri club, come il basket e l’atletica, vorrebbero già unirsi all’avventura.

Un’introduzione allo sport

Se in alcuni laboratori gli studenti erano già iscritti alle società sportive Revel, la stragrande maggioranza degli scolari stava scoprendo queste discipline. Motivato ed entusiasta, ciò potrebbe generare il desiderio di continuare l’attività.

Gli educatori di alcuni club parlano di “un’esperienza arricchente per tutti”. “Ciò ha divertito molto gli educatori”, dice un volontario. “Li ha allontanati dalle abitudini del club”.

Per Jérôme Garcia, responsabile delle questioni sportive e sanitarie del municipio di Revel, questa è l’occasione per praticare “sport per tutti e per tutti”.

“L’obiettivo finale è la scuola sportiva comunale”, aggiunge, “vale a dire, durante il tempo extrascolastico, i bambini scoprono quanti più sport possibile, a seconda di ciò che li interessa.

Un esito positivo per questa prima esperienza, con otto discipline già scoperte: sport di squadra, sport individuale, arti marziali…

Il comune, i circoli, le scuole confermano: si ripeterà l’anno prossimo.

-

PREV Festa spagnola invece di una fiaba estiva tedesca
NEXT Michael Schumacher: la polizia arresta un altro sospetto dopo sospetto ricatto