Europei di calcio: “Non meritato”: stop definitivo agli Europei dopo lo choc della Spagna

Europei di calcio: “Non meritato”: stop definitivo agli Europei dopo lo choc della Spagna
Europei di calcio: “Non meritato”: stop definitivo agli Europei dopo lo choc della Spagna
-

Stoccarda – Julian Nagelsmann ha parlato con voce calma, ma l’allenatore della nazionale sembrava emotivamente scosso. Dagli altoparlanti risuonava musica di festa ad alto volume mentre Nagelsmann cercava di spiegare in qualche modo l’uscita della nazionale di calcio dagli Europei nei quarti di finale contro gli spagnoli ancora una volta imbattibili. “Oggi non era meritato”, ha detto Nagelsmann a MagentaTV. “Abbiamo investito di più, ma alla fine sono loro i più fortunati”.

Nello spogliatoio Toni Kroos ha salutato e anche Joshua Kimmich ha espresso parole incoraggianti, come ha riferito Nagelsmann. Il 34enne Kroos ha giocato la sua ultima partita da calciatore professionista nel pareggio 1:2 (1:1, 0:0) a Stoccarda ed è finita nel modo più doloroso. Dopo una rimonta entusiasmante e una lotta piena di abnegazione, lo spagnolo Mikel Merino ha segnato al 119° minuto: Kroos e la squadra della DFB avrebbero almeno meritato i calci di rigore.

“Avremmo voluto dargli un addio più carino perché se lo meritava”, ha detto Nagelsmann di Kroos. “È semplicemente un ragazzo eccezionale con una carriera straordinaria, un modello per molti. Ma ora deve funzionare senza Kroos”. Un po’ più tardi in serata, Nagelsmann ha annunciato il titolo come suo obiettivo per la Coppa del Mondo 2026. “Che posso dire che siamo eliminati al turno preliminare, ovviamente vogliamo diventare campioni del mondo, ogni squadra che prende parte alle qualificazioni lo vuole”, ha detto l’allenatore della nazionale.

Le lacrime sono scese dalle migliaia di tifosi sugli spalti dello stadio di Stoccarda e nelle fan zone di tutto il paese. Dopo tre settimane vivaci di festeggiamenti per gol e partite di buon umore, il sogno del quarto titolo europeo è finito a due passi dalla finale. L’eccezionale Florian Wirtz (89°) ha premiato la Nazionale con il suo gol per un periodo di urgenza pieno di coraggio e voglia di vincere e l’ha salvata ai supplementari. La Spagna passa in vantaggio con Dani Olmo del Lipsia (51′).

“La delusione è enorme, un Europeo casalingo come questo arriva solo una volta nella vita”, ha detto Kimmich. “Non possiamo rimproverarci molto, a parte il fatto che non abbiamo colto l’occasione. Amaro, molto amaro”.

L’addio amaro di Kroos

Kroos, che alla fine soffriva di crampi, è stato abbracciato da molti giocatori spagnoli dopo la sua 114esima partita in nazionale. Resta da vedere cosa succederà dopo agli altri campioni del mondo di Rio Manuel Neuer e Thomas Müller in nazionale.

“Abbiamo fatto tutti il ​​possibile per non perdere. Eravamo molto vicini, il che rende il tutto ancora più amaro”, ha detto Kroos. “Al momento l’uscita dal torneo è la cosa principale, questo è l’obiettivo principale perché avevamo tutti un grande obiettivo insieme. Questo sogno in una certa misura si è infranto, anche se nei prossimi giorni ci renderemo conto di aver giocato un buon torneo”. In parte è il fatto che “siamo tutti estremamente tristi”.

La grande battaglia con il beniamino dei tifosi Niclas Füllkrug e la migliore prestazione nel torneo dopo aver subito un gol non sono state premiate: anche questa volta il super jolly tedesco non ha potuto forzare la fortuna. Mentre la Furia Roja, dove Daniel Carvajal ha visto i giallorossi (120esimo + 5), gioca per la sua quarta stella agli Europei, il tecnico della nazionale Nagelsmann va in vacanza troppo presto, il più giovane ha voluto festeggiare il suo 37esimo compleanno tra poco più di due settimane anzi festeggiare con la Coppa dei Campioni.

I professionisti della DFB guidati dal capitano Ilkay Gündogan lasciano la fase del Campionato Europeo battuti ma non piegati. Uno spirito di ottimismo è effettivamente emerso dalla depressione del calcio tedesco nel tardo autunno 2023. Completamente distaccato – come nel successo dei fan riciclato – le cose continuano verso la Coppa del Mondo 2026 negli Stati Uniti, Canada e Messico.

Tanti falli e interruzioni

“Non nasconderti!”, ha detto Nagelsmann per i quarti di finale – e a sorpresa ha nominato Emre Can invece di Robert Andrich per gli undici titolari. La tensione tra i giocatori nazionali era chiaramente visibile nelle prime fasi. Dopo il tiro di Pedri dopo soli 52 secondi, un colpo su cui Neuer non ha avuto problemi, la selezione della DFB ha avuto molte difficoltà a inserirsi in partita.

A causa di molti falli e nick-play, la partita non ha avuto molto ritmo. Kroos è stato molto fortunato che uno dei suoi due falli nei primi cinque minuti non sia stato immediatamente punito con un cartellino giallo. Il campione del mondo ha catturato Pedri in modo tale che è stato sostituito presto (8°). Olmo è entrato in gioco per il 21enne pilota e pensatore degli spagnoli.

Dare l’esempio, intimidire gli spagnoli: l’idea alla base dell’avvio tedesco del gioco “tutto o niente” era chiara. Tuttavia, la dura resistenza della selezione DFB non li ha aiutati ad avere fiducia nel loro gioco. Sintomatico: dopo un errore di Gündogan, Olmo si è precipitato verso la porta di Neuer, Antonio Rüdiger è intervenuto con un fallo e ha visto il suo secondo cartellino giallo nel torneo.

Quasi nessuno spazio per Musiala

Se qualcosa è andato offensivo, è venuto dal lato destro. Joshua Kimmich serve Kai Havertz al centro, ma il suo colpo di testa arriva troppo centralmente per il portiere spagnolo Unai Simón (21′). Le due ali offensive, Jamal Musiala e Leroy Sané, inizialmente non hanno trovato lo spazio per la loro tecnica e velocità. Come i danesi agli ottavi (2-0), gli spagnoli sembravano aver individuato in Musiala il tedesco da eliminare. Il giocatore di sinistra David Raum troppo spesso è riuscito ad accontentarsi solo dei falli arretrando dietro Musiala.

La Spagna non ha sempre giocato a livello mondiale. Anche la squadra con il punteggio più alto nel turno preliminare non ha completato tutti i passaggi e ha avuto difficoltà con il pressing iniziale della Nazionale. L’arbitro inglese Anthony Taylor avrebbe potuto mostrare più di tre cartellini gialli nei primi 45 minuti. Una partita “ad alto livello tattico”, ha detto a MagentaTV l’ex nazionale Michael Ballack, con molta esperienza in Spagna, a proposito del primo tempo. Era chiaro fin dall’inizio: chi resta indietro avrà grossi problemi.

Neuer è dovuto intervenire anche nei tiri di Aymeric Laporte (23°) e Olmo (39°). L’occasione del trequartista subentrato è stata preceduta da una rapida vittoria degli spagnoli contro il passivo Havertz. Con lo 0-0 all’intervallo i giocatori della nazionale tedesca potrebbero essere più contenti degli spagnoli.

Nagelsmann corregge – Olmo segna

Anche per questo Nagelsmann ha corretto le sue decisioni sul personale nel secondo tempo: Robert Andrich è entrato per Can e Florian Wirtz ha giocato al posto di Sané. Gli spagnoli hanno avuto un’altra ottima occasione: Álvaro Morata ha battuto Jonathan Tah in area di rigore e ha segnato, andando oltre la porta di Neuer (47esimo). Ma il tiro successivo degli spagnoli è andato a segno.

Lo spazio è stato decisamente troppo passivo contro il super talento spagnolo Lamine Yamal, e Kroos Olmo ha lasciato troppo spazio al centro. Il 26enne ha concluso piatto e piazzato, e gli spagnoli hanno festeggiato. Ora le cose sono diventate molto difficili per la selezione della DFB.

I tifosi sugli spalti hanno applaudito “Super Germania!”, ma il deficit ha ostacolato i giocatori della nazionale. Andrich è stato ammonito dopo un fallo su Nico Williams (56esimo). Poi Nagelsmann ha portato in partita il favorito del pubblico Füllkrug per Gündogan, l’attaccante è corso in campo tra gli applausi dei tifosi (57esimo).

Il tempo per la selezione della DFB stava per scadere. La Germania si è ritrovata più volte bloccata nell’area di rigore spagnola o è stata sfortunata, come nel caso del palo di Füllkrug. Müller è entrato per Tah nella fase finale (80′), l’unica cosa che contava era in qualche modo pareggiare. Poi è arrivato Wirtz e si è trasformato su assist di Kimmich. La decisione è stata presa ai supplementari, in cui Wirtz ha tirato ancora una volta di poco a lato (105.+1). Poi è arrivata la dura botta al collo poco prima dei calci di rigore.

-

PREV Europei di calcio: la Germania perde ed è eliminata contro la Spagna
NEXT Come le emittenti ricevono le trasmissioni EM