Jeremy Corbyn rieletto a Islington North dopo l’espulsione dal partito laburista | Elezioni generali 2024

Jeremy Corbyn rieletto a Islington North dopo l’espulsione dal partito laburista | Elezioni generali 2024
Jeremy Corbyn rieletto a Islington North dopo l’espulsione dal partito laburista | Elezioni generali 2024
-

Jeremy Corbyn ha vinto a Islington Nord, la circoscrizione che rappresenta dal 1983, ma per la prima volta è stato eletto come parlamentare indipendente.

L’ex leader dell’opposizione ha battuto Praful Nargund, un consigliere locale del partito laburista scelto dal comitato esecutivo del partito come candidato a maggio. Corbyn ha ottenuto 24.120 voti, con Nargund che si è assicurato 16.873 voti. L’affluenza alle urne è stata del 67,5%, in calo dal 71,6% del 2019.

Nel suo discorso di vittoria, Corbyn ha detto di aver combattuto una “campagna positiva”. Il sistema politico deve produrre risposte ai problemi sociali, ha detto, aggiungendo che demonizzare i richiedenti asilo non era la risposta. Ha detto di essere orgoglioso del suo elettorato per aver sostenuto una “politica più gentile, più dolce, più inclusiva”.

Corbyn ha aggiunto: “Non potrei essere più orgoglioso della mia circoscrizione di quanto lo sono stasera e orgoglioso del nostro team che ha ottenuto questo risultato. Grazie mille Islington North per il risultato che abbiamo ottenuto stasera”.

L’annuncio del risultato di Nargund alle elezioni è stato interrotto da un provocatore che ha esclamato “sfortunato amico”, e un sostenitore del partito laburista ha risposto: “Cosa ti prende?”

Corbyn, 75 anni, ha detto ai giornalisti che è stata una “serata molto interessante nella storia politica di questo paese” e che “non vede l’ora di far parte di quella storia”.

Alla domanda se Keir Starmer sarebbe stato un buon primo ministro, Corbyn ha detto: “Beh, vediamo cosa succede. Diventerà primo ministro, avrà una maggioranza molto ampia in parlamento, ha presentato un manifesto che è debole per usare un eufemismo e non offre una seria alternativa economica a ciò che sta facendo il governo conservatore. E quindi le richieste nei suoi confronti saranno enormi, le richieste da parte della gente saranno enormi.

“Se non ti dai spazio, per aumentare la spesa per le disperate necessità sociali, ho menzionato la politica dei due figli, ma ce ne sono molte altre, allora penso che ci saranno problemi politici. Deve averlo saputo quando ha approvato questo manifesto che è un po’ una camicia di forza attorno a qualsiasi proposta che potrebbe voler portare avanti.”

Ha aggiunto: “Se il governo eliminasse il limite del sussidio per i due figli, per esempio, alleluia! Sarei felicissimo. Ma se non lo facessero, ci sarei io, a dire: perché non l’avete fatto? Se introducessero controlli sugli affitti nel settore privato, ben fatto. Se non lo facessero, ci sarei io. Perché questo è un voto per dimostrare che le persone vogliono una voce vera e indipendente in parlamento per parlare di giustizia sociale”.

Nel marzo 2023 Keir Starmer ha impedito a Corbyn di candidarsi come candidato laburista, ma subito dopo l’indizione delle elezioni ha annunciato che si sarebbe candidato come indipendente, cosa che ha portato alla sua espulsione dal partito.

Nell’ottobre 2020, Corbyn è stato sospeso dal partito e ha perso la carica di parlamentare dopo aver descritto l’antisemitismo nel partito laburista come “drammaticamente esagerato per ragioni politiche” in risposta a un rapporto critico dell’organismo di controllo delle pari opportunità.

dopo la promozione della newsletter

Dopo 19 giorni venne riammesso nel partito, ma il rifiuto di Starmer di reintegrare il suo ruolo gli impedì di continuare a ricoprire la carica di parlamentare indipendente fino all’indizione delle elezioni generali.

La campagna di Corbyn ha dovuto affrontare la difficoltà di superare la lunga associazione tra lui e il partito laburista, con molti elettori nella sua circoscrizione di Londra nord apparentemente inconsapevoli del fatto che non fosse il candidato del partito alle elezioni. Affrontando una dura battaglia senza i dati o l’infrastruttura di sondaggio del partito laburista, la campagna di Corbyn si è affidata a volontari provenienti da tutto il Regno Unito che sono venuti a sostenere gli sforzi di porta a porta.

La sua vittoria pone fine alla tradizione del voto laburista a Islington Nord, in vigore fin dalle elezioni suppletive del 1937.

-

PREV Ryan Garcia espulso dal presidente del WBC dopo uno sfogo razzista online
NEXT I Chatham-Kent Barnstormers si lanciano nella stagione d’esordio