Eliminazione agli Europei per la Polonia nonostante il ritorno di Lewandowski

Eliminazione agli Europei per la Polonia nonostante il ritorno di Lewandowski
Eliminazione agli Europei per la Polonia nonostante il ritorno di Lewandowski
-

Berlino – Dopo la seconda sconfitta nella seconda partita degli Europei di calcio, la superstar polacca Robert Lewandowski si è messo le mani sui fianchi deluso e ha guardato a lungo nel vuoto. Poche ore dopo, l’eliminazione della sua squadra dal Gruppo D era ufficiale.

Dopo lo 0-0 tra Francia e Olanda in serata a Lipsia, Lewandowski e i suoi non riescono più a balzare in uno dei primi tre posti che permetterebbe loro di raggiungere gli ottavi.

Gli stessi polacchi avevano precedentemente perso la partita contro l’Austria a Berlino 1:3 (1:1). La superstar, entrata dopo un’ora e rimonta fulminea dopo essersi ripresa da uno strappo muscolare, non è riuscita a evitare la sconfitta.

Dopo la partita i tifosi austriaci hanno cantato “I Am From Austria” sul classico di Rainhard Fendrich. L’allenatore Ralf Rangnick ha esultato energicamente. La repubblica alpina ha ora buone possibilità di raggiungere gli ottavi.

Gli austriaci sfidano la pressione

Gernot Trauner ha portato l’Austria in vantaggio al 9′ con il gol più veloce della repubblica alpina agli Europei. L’ex giocatore dell’Herthan Krzysztof Piatek, a cui è stato permesso di giocare nella formazione titolare al posto di Lewandowski, ha pareggiato dopo mezz’ora nel suo vecchio posto di lavoro. Quando Lewandowski era in campo, Christoph Baumgartner del Lipsia (66esimo) e il capitano Marko Arnautović (78esimo, calcio di rigore) hanno assicurato la vittoria degli austriaci.

“C’era molta pressione oggi”, ha detto Baumgartner, che è stato nominato giocatore della partita. “Penso che quando siamo al massimo è molto difficile contro di noi e dobbiamo riuscirci. Ora dobbiamo metterci al top della condizione fisica per poterci difendere al meglio e poi poter dare fastidio e battere gli olandesi”.

70 minuti prima del calcio d’inizio è trapelata la notizia un po’ sorprendente che Lewandowski non era abbastanza in forma per l’undici titolare. Le ultime dichiarazioni dei responsabili avevano recentemente indicato che il 35enne ex professionista del Bayern avrebbe potuto giocare dall’inizio nell’ultimo test degli Europei contro la Turchia undici giorni dopo lo strappo di una fibra muscolare alla coscia.

Lewandowski dà consigli in panchina

Per l’allenatore dell’Austria Ralf Rangnick, a quanto pare, questo non ha cambiato nulla dal punto di vista tattico. “Non ne abbiamo parlato affatto”, ha detto l’allenatore tedesco all’ARD poco prima del calcio d’inizio. Vuole rimanere fedele al suo stile di gioco aggressivo nonostante la sconfitta per 0-1 contro la Francia nella partita d’esordio: “Il nostro miglior breakout è il contropressing”.

Ed è proprio così che è nata la squadra Rangnick. Gli austriaci, guidati dal recordman della nazionale Marko Arnautović, attaccano aggressivamente i polacchi nella loro metà campo e proseguono costantemente con il gol del vantaggio. Dopo un cross dell’accattivante giocatore del Magonza Phillipp Mwene, l’avanzato difensore Trauner ha indirizzato di testa la palla in angolo. Lewandowski sembrava preoccupato in panchina e poi ha sussurrato qualcosa all’orecchio del vice allenatore.

Lo 0-1 è stato un campanello d’allarme per i polacchi. Ora sono riusciti a liberarsi meglio dalla costante pressione dell’avversario e hanno avuto anche occasioni significative. Meritato il pareggio da distanza ravvicinata di Piatek. L’attaccante ha festeggiato il suo gol con l’esultanza con la pistola, cosa che troppo raramente aveva mostrato con la maglia dell’Hertha allo Stadio Olimpico. Anche Lewandowski ha esultato a bordo campo.

La sostituzione di Lewandowski fa festeggiare

Gli austriaci, inizialmente così dominanti, si sentirono improvvisamente insicuri. L’esperienza in campo era concentrata, con un’età media di 28 anni e 217 giorni, secondo il fornitore di dati Opta, la formazione titolare più anziana in una partita della fase finale del Campionato Europeo in Austria. Marcel Sabitzer ha aggiunto qualche accento alla fine del primo tempo. Ma la Polonia ha avuto una grande occasione per passare in vantaggio con un calcio di punizione del sostituto capitano Piotr Zielinski, che il portiere dell’ÖFB Patrick Pentz ha parato.

Rangnick ha reagito e ha ingaggiato Patrick Wimmer del Wolfsburg per Florian Grillitsch del TSG Hoffenheim, un centrocampista un po’ più offensivo. Ma inizialmente c’era poco da entrambe le parti nell’attacco. Inoltre, il marcatore Trauner ha dovuto lasciare il campo al 59° minuto a causa di un infortunio.

La sostituzione della superstar Lewandowski ha suscitato grandi festeggiamenti tra i circa 35.000 tifosi polacchi. In una delle sue prime azioni, il capitano ha ricevuto un cartellino giallo per aver usato una gomitata in un duello aereo con Philipp Lienhart del Friburgo.

Ma per l’ex giocatore del Monaco le cose sono andate ancora peggio. Dopo che Baumgartner è rimasto nuovamente indietro, i polacchi hanno aumentato la pressione e hanno cercato la loro stella di punta, soprattutto con i lanci lunghi. La decisione per l’Austria è arrivata dopo una palla recuperata in anticipo e un fallo del portiere polacco Wojciech Szczesny in area di rigore su Sabitzer.

-

PREV Perché Alphabet è così interessata a questa startup?
NEXT Rose McGowan, Alyssa Milano, Ted King… Gli attori di “Charmed” piangono Shannen Doherty