guidare l’auto spesso espone a un rischio sconosciuto, soprattutto d’estate

guidare l’auto spesso espone a un rischio sconosciuto, soprattutto d’estate
guidare l’auto spesso espone a un rischio sconosciuto, soprattutto d’estate
-

Considerata il mezzo di trasporto più pericoloso a causa degli incidenti che provoca, l’auto può avere conseguenze notevoli anche sulla salute degli automobilisti, soprattutto quelli più giovani!

Sulla strada, gli incidenti sono più spaventosi quando si guida. È infatti il ​​mezzo di trasporto più pericoloso davanti alla moto, all’aereo o al treno. Nella Francia continentale, nel 2023 sono morte 3.167 persone. Ma gli incidenti non sono gli unici pericoli dell’auto! L’interno stesso del veicolo rappresenterebbe un rischio per il conducente, e i giovani così come coloro che percorrono regolarmente la strada o effettuano lunghi viaggi sono i più esposti.

Secondo uno studio pubblicato dalla rivista Environmental Science & Technologies il 7 maggio 2024, il conducente e i passeggeri di un’auto verrebbero, infatti, gradualmente avvelenati dai ritardanti di fiamma. Queste miscele di sostanze chimiche vengono utilizzate frequentemente negli oggetti di uso quotidiano, perché oltre a ridurne l’infiammabilità, hanno lo scopo di rallentare la propagazione degli incendi. Nelle automobili sono presenti principalmente nella schiuma dei sedili e diventano tossici soprattutto attraverso il rilascio di gas.

Tuttavia, i ritardanti di fiamma sono pericolosi per la salute. Secondo l’Agenzia nazionale per la sicurezza alimentare, ambientale e sanitaria sul lavoro (ANSES) alcuni di essi sono cancerogeni, interferenti endocrini, tossici per la riproduzione e neurotossici. “Per un conducente medio che trascorre circa un’ora al giorno in automobile, questa esposizione costituisce un vero e proprio problema di salute pubblica (…) È particolarmente preoccupante per coloro che effettuano viaggi più lunghi e per i passeggeri giovani“, ha confidato Rebecca Hoehn, la dottoressa che ha condotto le indagini.

L’esposizione è ancora più preoccupante con l’arrivo dell’estate, perché la concentrazione di queste sostanze chimiche aumenta con l’aumento delle temperature, soprattutto quando l’auto è esposta al sole con i finestrini chiusi. “Il calore facilita la gassificazione dei ritardanti di fiamma nell’aria della cabina“, conferma Lydia Jahl, coautrice dello studio. Per limitare questi rischi, gli autori di questo lavoro raccomandano di evitare l’aria condizionata basata sul riutilizzo dell’aria presente all’interno dell’auto e di aprire i finestrini per ventilare l’abitacolo!

-

PREV scopri su quale sito accaparrarti la console a meno di 220 euro
NEXT Nel luglio 2024 si parlerà di questi 6 videogiochi per PS5 e c’è il nuovo gioco dei creatori di Genshin Impact