Come la PS4 ha salvato AMD dalla bancarotta certa

Come la PS4 ha salvato AMD dalla bancarotta certa
Come la PS4 ha salvato AMD dalla bancarotta certa
-

AMD è quasi scomparsa nel 2012, ma un contratto ha cambiato tutto: quello della PlayStation 4.

La PlayStation 4 // Fonte: Nikita Kachanovsky tramite Unsplash

Non sospettiamo necessariamente la complicata storia di alcuni giganti della tecnologia, molti dei quali hanno attraversato prove che avrebbero potuto semplicemente segnare la loro fine. Se alcuni ora racimolano decine di miliardi, non era così 15 o 20 anni fa.

È il caso di AMD, il produttore di processori e schede grafiche che 15 anni fa visse il periodo peggiore della sua storia, rischiando addirittura il fallimento puro e semplice. Ma due contratti hanno poi cambiato drasticamente la traiettoria dell’azienda, segnandone definitivamente il ritorno in auge sul mercato dei semiconduttori.

La svolta nel 2013, grazie a Sony (e Microsoft)

Questo interessante momento nella storia di AMD è stato notato su Twitter (X) grazie a uno screenshot del profilo LinkedIn di Renato Fragale (tramite Tom’s Hardware), ora direttore dell’intera divisione client e gaming del produttore. Nel suo viaggio, possiamo leggere nel 2013 che la PS4 è stata “uno dei lanci di maggior successo nella storia di AMD” consentendo addirittura “all’azienda di evitare la bancarotta”. Stiamo parlando dell’APU sviluppata appositamente per PlayStation 4, ma anche Xbox One, abbinata ad una scheda grafica Radeon 7000.

Fonte: Tom’s Hardware

Fino al 2013, AMD si trovava in una pessima situazione, come ricorda su Twitter (X) un attuale dipendente dell’azienda, Phil Park. L’uscita dalla crisi economica del 2008 è stata un vero duro colpo per le ultime generazioni di processori Intel, in particolare Nahalem che ha introdotto la nomenclatura i5 e i7. Fu durante questo periodo che AMD vendette Adreno, produttore di processori grafici, a Qualcomm nel 2009.

Questo contenuto è bloccato perché non hai accettato cookie e altri tracker. Questo contenuto è fornito da Twitter.
Per poterlo visualizzare, devi accettare l’uso effettuato da Twitter con i tuoi dati che potranno essere utilizzati per i seguenti scopi: consentirti di visualizzare e condividere contenuti con i social media, promuovere lo sviluppo e il miglioramento dei prodotti di Humanoid e dei suoi partner, mostrarti annunci pubblicitari personalizzati in relazione al tuo profilo e alla tua attività, definire un profilo pubblicitario personalizzato, misurare le prestazioni degli annunci pubblicitari e dei contenuti su questo sito e misurare il pubblico di questo sito (ulteriori informazioni)

Facendo clic su “Accetto tutto”, acconsenti agli scopi sopra menzionati per tutti i cookie e altri tracker inseriti da Humanoid e dai suoi partner.

Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento. Per maggiori informazioni ti invitiamo a leggere la nostra Cookie Policy.

Accetto tutto

Gestisci le mie scelte

Il successo delle due console (117 milioni di vendite per PS4, 58 milioni per Xbox One) ha permesso ad AMD di tornare in salute finanziaria, anche durante il periodo buio che ha segnato la sua generazione di processori desktop Bulldozer a partire dal 2011.

È quindi nel campo delle APU a basso consumo come Bobcat e Jaguar che il produttore ha ripristinato la sua immagine, in particolare nel settore dei PC portatili. Dietro le quinte, AMD stava preparando il terreno per la sua vera offensiva del 2017, Ryzen, con il successo che conosciamo.

AMD rimane egemone sulle console

Il mercato dell’home gaming rimane molto vantaggioso per il produttore, che vede le sue APU integrate in quasi tutte le console sul mercato, ad eccezione della Nintendo Switch che monta il chip Tegra di Nvidia.

Tuttavia, il suo considerevole vantaggio potrebbe essere messo in pericolo con l’arrivo in pompa magna dell’architettura ARM per il grande pubblico. Nell’enorme leak di Xbox del settembre 2024, Microsoft ha addirittura esitato tra l’attuale architettura x64 e ARM per la sua prossima console.

E se anche AMD, come la sua concorrente Nvidia, sviluppasse i propri processori su questa architettura, la sua posizione dominante potrebbe essere indebolita negli anni a venire.


-

PREV L’innovazione giapponese che sta sconvolgendo l’agricoltura globale
NEXT design, prezzo, data di uscita, caratteristiche, tutto quello che c’è da sapere sull’anello connesso Samsung