Un computer vecchio di 2000 anni distrutto?! I ricercatori hanno svelato il segreto!

Un computer vecchio di 2000 anni distrutto?! I ricercatori hanno svelato il segreto!
Un computer vecchio di 2000 anni distrutto?! I ricercatori hanno svelato il segreto!
-

Grazie alle più moderne tecniche di analisi, i ricercatori sono riusciti a svelare il mistero della macchina di Anticitera: il computer più antico del mondo, costruito dai Greci più di 2000 anni fa…

Nel 1901, durante la ricerca su un relitto, i ricercatori furono sorpresi di scoprire un misterioso artefatto. Ora noto sotto il nome di Meccanismo di Anticitera, questa macchina risale al II secolo a.C. BC è considerato il computer più antico del mondo.

Se avete visto il film” Indiana Jones e il quadrante del destino », uscito nel 2023, avete senza dubbio visto il replica direttamente ispirata a questo oggetto.

Ora, più di un secolo dopo questa scopertaricercatori dell’Università di Glasgow hanno finalmente svelato il suo segreto.

Loro hanno usato tecniche di modellazione statisticainizialmente progettato per analizzare le onde gravitazionali : increspature nello spazio-tempo causate da grandi eventi celesti, come la fusione di due buchi neri.

Questo è ciò che ha permesso loro di rendersi conto che probabilmente la macchina di Anticitera era abituata seguono l’anno lunare greco !

Un anello per rappresentare l’anno lunare

In precedenza, in uno studio pubblicato nel 2021, i ricercatori si erano resi conto che i fori precedentemente scoperti e distanziati regolarmente E ” anello del calendario » erano contrassegnati per descrivere i movimenti del sole, luna e cinque pianeti conosciuto nell’antichità.

Questi fori erano visualizzati sul davanti, per rappresentare il cosmo come era previsto in Grecia antico.

Attraverso questo nuovo studio pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del British Horological Institute, ricercatore Graham Woan dell’Università di Glasgow e il suo socio Joseph Bayley completano questa conclusione.

Suggeriscono che l’anello fosse probabilmente perforato 354 buche… che risulta essere il numero di giorni in un anno lunare!

Escludono invece la possibilità che la macchina serva per misurare l’anno solare: “ un anello di 360 fori è fortemente svantaggiatoe un anello di 365 fori non è plausibile date le ipotesi del nostro modello ».

Dati LIGO e analisi bayesiana

Il gruppo di ricerca ha utilizzato modelli statistici derivati ​​dalla ricerca sulle onde gravitazionali. In particolare, hanno utilizzato i dati di l’Osservatorio delle onde gravitazionali dell’interferometro laser (LIGO).

Si tratta di un esperimento di fisica su larga scalaprogettato per misurare le increspature nello spazio-tempo a milioni di anni luce dalla Terra.

IL tecnica utilizzata, chiamata analisi bayesianautilizzare « la probabilità per quantificare l’incertezza sulla base dei dati incompleto ».

In questo caso, ha permesso di “ calcolare il numero probabile di buchi nel meccanismo sfruttando la posizione dei fori superstiti e il collocazione dei sei frammenti superstiti dell’anello ».

Uno studio scientifico ispirato da uno YouTuber

Piccolo dettaglio insolito: questo studio scientifico è stato ispirato dal video diuno YouTuber, che ha provato a ricreare fisicamente la macchina.

Il ricercatore Woan spiega che “ Alla fine dell’anno scorso, un collega mi ha mostrato i dati acquisiti dallo YouTuber Chris Budiselic, che stava cercando di farlo creare una replica dell’anello del calendario e ho cercato modi per farlo determinare il numero di fori che conteneva ».

Ha quindi deciso di adattarsi tecniche moderne utilizzato per studiare l’universo, per comprendere meglio questo meccanismo che aiutava le persone a seguire il cielo quasi due millenni fa

Condividi l’articolo:


Facebook


LinkedIn

Il nostro blog è alimentato dai lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione.

-

PREV brani di fascia alta a soli 249€ grazie ai saldi
NEXT Apex Legends inventa il doppio pass battaglia per caricare il doppio