Tra pochi giorni potremo ammirare un fenomeno astronomico raro e spettacolare!

-
Lo spettacolo che avrà luogo a breve sarà il primo di una brevissima serie, solo 5 PHEMU dei satelliti di Saturno per tutto l’anno.

Margherita Erriu Italia meteorita 22/06/2024 14:00 5 minuti

Tutti pronti, calendario alla mano, per celebrare il prossimo evento celeste che si preannuncia un vero spettacolo. Tra pochi giorni, infatti, assisteremo all’occultazione di Teti, uno dei satelliti naturali di Saturno, scoperta da Giovanni Domenico Cassini il 21 marzo 1684. Ma questa occultazione sarà particolare perché avverrà a livello di un altro satellite naturale di Saturno: Encelado, scoperto il 28 agosto 1789 da William Herschel.

Si verificherà allora un fenomeno di occultazione reciproca tra i satelliti di Saturno. Questo particolare e raro fenomeno è chiamato PHEMU, che deriva da “fenomeni reciproci”.

PHEMU, fenomeni rari e molto affascinanti

I PHEMU si manifestano dai cali di luminosità dei satelliti, a volte così evidenti da poter essere osservati semplicemente utilizzando un telescopio, e può essere estremamente utile per la ricerca scientifica.

In effetti, la cronologia di questi eventi consente agli astronomi di affinare la loro conoscenza delle orbite dei satelliti. e per evidenziare eventuali disturbi.

Quindi puntate le sveglie perché nella notte tra domenica e lunedì prossimo, alle 3:34 ora locale, Encelado occulterà Teti. Nonostante ciò, Teti non verrà completamente oscurata perché quest’ultimo ha un disco apparente molto più grande di Encelado.

A volte l'occultazione può verificarsi tra satelliti dello stesso pianeta, quindi è un fenomeno reciproco.
A volte l’occultazione può verificarsi tra satelliti dello stesso pianeta, quindi è un fenomeno reciproco.

Il disco apparente non corrisponde al diametro reale di un corpo celeste ma a ciò che appare a noi osservatori. Trovarsi a distanze diverse tra due oggetti celesti, può succedere che ci sembrino della stessa dimensione quando in realtà sono molto diversi, come nel caso, ad esempio, del Sole e della Luna.

In realtà anche il diametro effettivo dei due corpi è molto diverso, Teti avente un diametro medio di 1066 km ed Encelado di 498,8 km.

Quindi abbiamo detto che Teti non sarà completamente oscurata ma che lo avremo un’occultazione anulare.

Non sarà affatto facile riuscire ad osservare questo spettacolo, perché i due satelliti hanno già una magnitudine compresa tra 10 e 11, occorre quindi un buon telescopio per osservarli, e durante l’occultazione in cielo sarà presente anche la Luna, poco più ad est. Lunedì il nostro satellite avrà appena superato la luna piena, che avverrà il 22 giugno, sarà quindi ancora largamente illuminato dal Sole e quindi particolarmente luminoso, al punto da complicare l’osservazione dell’occultazione.

Avremo altre quattro occasioni per ammirare un fenomeno comune

Questo non sarà l’unico PHEMU tra i satelliti di Saturno quest’anno, ma è il primo, si prevede che nei prossimi mesi seguiranno altri quattro fenomeni reciproci.

Il PHEMU che avverrà presto durerà 5,5 minuti ad una quota di quasi 30° (28.185° per la precisione) e come Teti è più luminosa di Encelado, l’occultazione porterà ad una diminuzione di magnitudo di 0,206.

Non resta che sperare che le condizioni meteorologiche non ostacolino ulteriormente l’osservazione di questo raro spettacolo. Infatti, per poter osservare questi fenomeni astronomici, occorre necessariamente un cielo sereno e senza nuvole.

L’ideale è allora allontanarsi dalle aree urbane in modo che l’inquinamento luminoso non disturbi l’osservazione il che, in questa occasione, risulta già particolarmente complicato a causa della presenza della Luna in fase gibbosa calante.

-

NEXT OpenAI lancia GPT critico per correggere GPT-4