Questo dinosauro gigante sfoggiava le corna più colossali mai scoperte dai paleontologi

Questo dinosauro gigante sfoggiava le corna più colossali mai scoperte dai paleontologi
Questo dinosauro gigante sfoggiava le corna più colossali mai scoperte dai paleontologi
-

Due corna lunghe e ricurve, le più sorprendenti mai documentate. Questo è ciò che un tempo adornava il cranio di un grande dinosauro del gruppo ceratopsiano (Ceratopsia) – Compreso Triceratopo E Stiracosauro – , i cui resti fossili furono scoperti tra le montagne dello stato americano del Montana. Descritto in un articolo sulla rivista Peerj del 20 giugno 2024, questo nuovo esemplare è stato nominato Lokiceratops rangiformisin riferimento al personaggio Marvel Loki, che indossa in testa uno spettacolare elmo dorato con immense corna.

Lokiceratops rangiformiscolosso di calanchi dal Montana

IL Lokiceratops rangiformis è una delle bestie cornute più grandi che abbiano mai vagato per il nostro pianeta. Visse 78 milioni di anni fa nella parte settentrionale del continente insulare di Laramidia, nel Cretaceo, insieme a molti altri dinosauri della sottofamiglia dei centrosaurini (Centrosaurinae). Ma era certamente il più grande e pesante di questi erbivori con la cupola nasale, le corna frontali e il collare osseo nella parte posteriore del cranio.

Il resto sotto questo annuncio


La natura si prende il suo tempo…
come questo annuncio!


La natura si prende il suo tempo…
come questo annuncio!

Le sue ossa furono rinvenute nel 2019 a pochi chilometri dal confine canadese-americano, nel calanchi del Montana, queste formazioni geologiche erose con paesaggi aridi e aspri con burroni e creste. Più precisamente nella formazione Judith River, un deposito fossile dove sono stati recuperati i resti di altri quattro dinosauri. Un tempo abitavano paludi tropicali e pianure alluvionali, radicalmente trasformate dai cambiamenti del clima, del livello del mare e della formazione delle montagne nel corso dei millenni.

Le ossa di Lokiceratops rangiformis scoperti provengono da un unico individuo, ma permettono di ricostruire la maggior parte del cranio del dinosauro. Nel loro studio, Joseph Sertich (paleontologo dello Smithsonian Tropical Research Institute e della Colorado State University) e Mark Loewen (paleontologo dello Utah Museum of Natural History e professore presso il Dipartimento di Geologia e Geofisica dell’Università dello Utah), autori della ricerca studio recentemente pubblicato, capirono che si trovavano di fronte a qualcosa di eccezionale. Il colosso presenta infatti caratteristiche uniche.

Il resto sotto questo annuncio


La natura si prende il suo tempo…
come questo annuncio!

Ornamenti impressionanti, unici nella sua specie

Oltre alle sue immense corna uniche, il ceratopsiano sfoggiava, sulla parte superiore del collare – questa grande placca ossea a forma di scudo – altre corna di diversa lunghezza su ciascun lato, simili alle corna asimmetriche dei caribù e delle renne. Per questo è stato soprannominato Lokiceratopo (“La faccia cornuta di Loki”) e rangiforme, derivato dal latino “rangifer” (“renna”) e dal suffisso “-formis” (“a forma di”, “simile”). Notevole: al gigante mancava il corno nasale tipico degli altri animali della sua specie.

“Questo nuovo dinosauro spinge i confini dei bizzarri ornamenti dei ceratopsiani, sfoggiando le più grandi corna mai viste su un ceratopsiano”, spiega Joseph Sertich in un comunicato stampa. I paleontologi ritengono che questi animali un tempo usassero le corna nello stesso modo in cui gli uccelli usano le loro diverse piume, per la selezione del compagno o il riconoscimento della specie. “Questi ornamenti cranici sono una delle chiavi per comprendere la diversità dei dinosauri cornuti e dimostrano che la selezione evolutiva per esibizioni ostentate ha contribuito alla vertiginosa ricchezza degli ecosistemi del Cretaceo”.

Il resto sotto questo annuncio


La natura si prende il suo tempo…
come questo annuncio!


La natura si prende il suo tempo…
come questo annuncio!

Si stimava, dall’entità delle sue escrescenze, che Lokiceratops rangiformis era lungo circa 6,7 ​​metri con un cranio che misurava oltre 2 metri dal naso alla punta delle corna. Avrebbe pesato circa 5 tonnellate, abbastanza per paragonarlo ai più grandi elefanti odierni: un elefante asiatico (Elefa massimo) ha quasi lo stesso peso di un elefante africano (Loxodonta) può talvolta raggiungere le 7 tonnellate. Il dinosauro, tuttavia, non era grande quanto suo cugino Triceratopoè apparso circa 12 milioni di anni dopo nella storia.

Una sorprendente diversità di dinosauri cornuti a Laramidia

Anche gli altri esemplari rinvenuti nella stessa formazione offrono preziose informazioni agli scienziati. Si tratta di altri tre centrosaurini unici di questa zona del Montana, strettamente imparentati tra loro e con Lokiceratops rangiformis, così come un quarto dinosauro con le corna. Tuttavia, in passato, il “I paleontologi credevano che fino a due specie di dinosauri cornuti potessero coesistere nello stesso luogo e nello stesso tempo”sviluppa Mark Loewen. “Incredibilmente, ne abbiamo identificati cinque che vivono insieme.”

Il resto sotto questo annuncio


La natura si prende il suo tempo…
come questo annuncio!

Secondo i ricercatori, l’isolamento dei dinosauri ceratopsiani su Laramidia è probabilmente ciò che ha permesso loro di raggiungere dimensioni così grandi… e soprattutto, una tale diversificazione in una miriade di specie fantasticamente adornate sulle loro teste giganti. Questa rapida speciazione, già osservata in comunità animali isolate – ad esempio i fringuelli delle Galapagos – suggerisce che la grande diversità di questi dinosauri potrebbe essere stata ampiamente sottovalutata, ritengono i ricercatori. Pertanto, Mark Loewen conclude:

La rapida evoluzione potrebbe aver portato al ricambio delle singole specie di questi dinosauri cornuti ogni 100-200 mila anni. Lokiceratops rangiformis ci aiuta a capire che stiamo solo grattando la superficie quando si tratta della diversità e delle relazioni all’interno dell’albero genealogico dei dinosauri cornuti.

-

PREV questa offerta Amazon sulla potente console/TV box è pazzesca
NEXT OpenAI lancia GPT critico per correggere GPT-4