Parlare con Gemini in Google Message è ora possibile su quasi tutti gli smartphone… e quasi ovunque

Parlare con Gemini in Google Message è ora possibile su quasi tutti gli smartphone… e quasi ovunque
Parlare con Gemini in Google Message è ora possibile su quasi tutti gli smartphone… e quasi ovunque
-

C’è da dire che dall’inizio dell’anno, per sfruttare le potenzialità di Gemini all’interno di Google Messaggi, era necessario possedere uno smartphone Pixel o un modello Samsung di fascia alta (Galaxy S24, Z Fold/Flip 5, Galaxy S23…). Ora non è più così e l’azienda di Mountain View indica, in un annuncio dedicato all’arrivo dei Gemelli in India, di implementare l’assistente all’interno di Messaggi sulla maggior parte degli smartphone Android. Per beneficiarne, è comunque necessario soddisfare alcune condizioni di accesso dettagliate dal colosso americano. Bisogna quindi avere l’ultima versione di Google Messaggi, logicamente, e installarla su un dispositivo dotato di almeno 6 GB di RAM, il che esclude comunque molti modelli entry-level; È necessario attivare le chat RCS (Rich Communication Service) e la lingua utilizzata sullo smartphone deve essere l’inglese o il francese (in Canada). Quest’ultimo elemento ci dice qualcosa, perché nonostante siano ormai numerosi gli smartphone che possono accedere all’integrazione di Gemini in Messaggi, questa è riservata a 165 Paesi, di cui è esclusa la Francia. La Francia non è nel mirino specifico, dal momento che tutti i Paesi dell’Unione Europea sono assenti dall’elenco pubblicato da Google, il che indica una limitazione legata alla legislazione europea, e molto probabilmente al GDPR. Pertanto, va notato che le conversazioni con Gemini non sono crittografate end-to-end.

Gemelli in Messaggi, a cosa serve?

Cosa intendiamo esattamente per integrazione Gemini in Google Messaggi? Ciò implica la possibilità di conversare con l’intelligenza artificiale di Google direttamente all’interno della messaggistica. Quando il servizio sarà accessibile nelle nostre regioni… cosa che non abbiamo dubbi, indica Google “lavoreremo duramente per renderlo disponibile agli utenti in più lingue e in più paesi nel mondo”. Ciò ti consentirà di avviare una discussione con l’IA presente nell’applicazione, come se fosse una conversazione tradizionale. Dovrete quindi cliccare su Avvia una discussione, poi su Gemelli, e porre domande di ogni tipo all’IA, con la possibilità di allegare un’immagine alle discussioni. Abbastanza per facilitare l’accesso a risposte rapide.

Ricorda, tuttavia, che le funzionalità fornite da Gemini Nano sono accessibili a tutti gli utenti – vengono gradualmente implementate in alcuni paesi, tra cui la Francia – e consentono l’accesso alla funzione Magic Editor. Ciò si traduce in uno strumento di riformulazione del testo che adotta toni diversi (formale, entusiastico, ecc.), che aiuta chi è indeciso a trovare il modo migliore per scrivere i propri messaggi.

Pubblicità, i tuoi contenuti continuano di seguito

-

PREV Questa piccola scatola trasforma il tuo Apple Watch… in un iPod
NEXT oltre 250 app Android hanno “gemelli malvagi”