Resisterai all’iPhone 14 Pro in promozione eccezionale questo mercoledì?

Resisterai all’iPhone 14 Pro in promozione eccezionale questo mercoledì?
Resisterai all’iPhone 14 Pro in promozione eccezionale questo mercoledì?
-

Quando acquistiamo uno smartphone spesso siamo tentati di cedere all’ultima novità, e non è detto che sia il miglior affare che possiamo ottenere. A volte è addirittura molto vantaggioso aggiudicarsi un’offerta sul modello dell’anno precedente. Ed è proprio questo il caso di questa offerta proposta da Rakuten sull’ottimo iPhone 14 Pro. Lo smartphone Apple viene proposto sul sito a 1.039,96 euro invece dei 1.129 euro di prima, e soprattutto invece dei quasi 1.200 euro del suo successore. Tuttavia, l’iPhone 14 Pro è altrettanto buono nelle foto, quasi altrettanto efficiente e ha lo stesso schermo Super Retina XDR. Basti dire che se cercate uno smartphone di fascia alta e dal design ultra premium, questa è un’ottima scelta!

Clicca qui per approfittare dell’offerta iPhone 14 Pro su Rakuten

iPhone 14 Pro: chi può battere questa offerta sullo smartphone Apple?

L’iPhone 14 Pro ha uno schermo Super Retina XDR da 6,1 pollici con un pannello OLED LTPO in grado di arrivare fino a 120 Hz ma anche scendere fino a solo 1 Hz. Qual è il punto? Potrete così visualizzare permanentemente la schermata di blocco dello smartphone e tenere d’occhio le vostre notifiche, senza grandi ripercussioni sulla durata della batteria. L’iPhone 14 Pro integra un processore Apple A16 Bionic, che rimane uno dei chip mobili più potenti sul mercato. La fotocamera dello smartphone combina 3 obiettivi: un grandangolo con sensore da 48 megapixel, un obiettivo ultra grandangolare e uno zoom ottico 3x. L’iPhone 14 Pro presenta un design resistente con telaio in acciaio inossidabile e vetro Ceramic Shield sulla parte anteriore. È resistente all’acqua e alla polvere con protezione IP68.

Clicca qui per approfittare dell’offerta iPhone 14 Pro su Rakuten

-

PREV Samsung ha rimosso una funzionalità utile dai suoi Galaxy Watch 7 e Watch Ultra e spiega il perché
NEXT OpenAI lancia GPT critico per correggere GPT-4