State of Decay 3: gameplay, smembramento, open world… tutte le informazioni! | Xbox

-

Quattro lunghi anni dopo l’annuncio di State of Decay 3 con un trailer in CGI, la successiva produzione di Undead Labs è tornata all’Xbox Games Showcase 2024 con un video composto da estratti di gioco e filmati. Ora che l’acqua è passata sotto i ponti, è tempo di fare il punto su tutte le informazioni rivelate dallo studio, e più nello specifico Philip Holt, capo dello studio e product manager, Kevin Patzelt, direttore creativo, e Wayne Laybourn, direttore artistico.

Una vera esperienza State of Decay interamente sviluppata sotto la bandiera verde di Xbox

Con questa new entry nel franchise, Undead Labs non intende tradire i suoi primi fan, anzi. In State of Decay 3, i giocatori vedranno alcuni dei pilastri fondamentali del franchise, come unirsi per combattere una minaccia per la propria comunità di sopravvissuti, morte permanente, ricordare i caduti e, naturalmente, aprire la portiera dell’auto per colpire uno zombi in corsa.

Grazie all’acquisizione da parte di Microsoft nel 2018, Undead Labs spiega di essersi evoluto notevolmente, passando da studio indipendente che collabora con Xbox per i primi due giochi di State of Decay, a membro a pieno titolo di Xbox Game Studios, beneficiando del supporto e precedentemente risorse inaccessibili.

Non penso che avremmo potuto realizzare la visione di State of Decay 3 senza far parte di Microsoft. Se fossimo rimasti indipendenti, semplicemente non avremmo avuto il tempo, lo spazio e il sostegno per arrivare dove siamo oggi e produrre ciò che sappiamo di poter creare. La pressione ora è diversa. E personalmente, non mi sono mai sentito così supportato nella mia carriera nel realizzare ciò che vogliamo veramente fare.

La materializzazione del supporto Microsoft attraverso una tecnica ampiamente rivista al rialzo

Ma concretamente, come si concretizzerà questo supporto da parte di Microsoft nel gioco? State of Decay 3 offrirà un mondo aperto significativamente più ampio, consentendo a Undead Labs di portare una dimensione emotiva più intensa in questa parte del gioco, con un contesto arricchito per la narrazione.

Quello che spero che gli spettatori ricordino per primi [de la bande-annonce]mette in evidenza quattro personaggi giocabili, tre principianti in diverse località del mondo, suggerendo così l’idea di un’esperienza mondiale condivisa, molto più di una semplice avventura, e dove le possibilità di esplorazione indipendente saranno molto più ampie di quelle in Stato di decadimento 2.

Undead Labs, in collaborazione con Obsidian Entertainment, ha sviluppato la funzionalità del mondo condiviso, fornendo una modalità cooperativa online più flessibile. Grounded è stato lanciato con la tecnologia di salvataggio condiviso di Undead Labs e State of Decay 3 utilizzerà questa tecnologia per fornire un mondo cooperativo aperto e condiviso tra più giocatori.

Undead Labs ha spiegato che l’ultimo trailer rilasciato sarà fedele all’esperienza di gioco. Il capo dello studio e product manager, Philip Holt, ha infatti confidato che questo trailer è stato prodotto dalle risorse utilizzate nel gioco e che si trattava effettivamente di un rendering del gioco. .

Tutto proviene da risorse di gioco, tutto è renderizzato dall’interno del gioco e rappresenta una scena tipica che incontreresti in una sessione cooperativa a quattro giocatori. Volevamo offrire un’idea rappresentativa di come sarà il gioco, raccontando comunque una storia.

Lo studio ha sfruttato l’esperienza dello sviluppatore di Gears of War, The Coalition, per sfruttare la potenza dell’Unreal Engine 5. Inoltre, hanno collaborato con Blind Squirrel Entertainment e Wushu Studios, la società che ha lavorato su molti aggiornamenti di State of Decay 2.

Queste collaborazioni si riflettono anche nell’alto livello di fedeltà a cui punta il team, visibile nel trailer. Grazie alla tecnologia di nuova generazione, il combattimento sarà molto più reattivo e lo smembramento degli zombi sarà più realistico, con i nemici che reagiranno in modo più autentico agli impatti.

Stiamo enfatizzando fortemente il combattimento cooperativo coinvolgente, prestando molta attenzione al design dei nostri livelli e all’approccio alla costruzione del mondo, per garantire che i giocatori si divertano tantissimo a sconfiggere gli zombi insieme nell’universo aperto. Per supportare questo sforzo, il combattimento deve essere assolutamente divertente. Abbiamo intenzione di arricchire i nostri sistemi di combattimento, la progettazione del comportamento dei nemici e la fedeltà delle nostre animazioni per migliorare l’esperienza di gioco in ogni momento.

Grandi sviluppi, ma non solo tecnici!

Se il franchise si evolverà soprattutto a livello tecnico, ciò non significa che gli altri elementi della licenza siano stati abbandonati da Undead Labs. Sebbene il video riveli un mondo più evoluto, oscuro e pericoloso in cui i giocatori devono sopravvivere, l’aspetto divertente e di intrattenimento rimane essenziale. La qualità complessiva sarà notevolmente migliorata per distinguerlo ulteriormente dai suoi predecessori.

Puntiamo a una maggiore qualità visiva e fedeltà, ma anche a profondità e attenzione nei nostri progetti. I nostri giocatori pensano attentamente alle situazioni e agli scenari che potrebbero incontrare, quindi è fondamentale che le nostre creazioni siano credibili e realistiche, pur rimanendo divertenti e fedeli allo spirito e all’essenza dell’apocalisse zombi di State of Decay. Quindi, quando lo zombie viene investito dall’auto, la scena rimane divertente, ma diventa anche brutale e viscerale, con la giusta quantità di sangue che sgorga nell’aria.

Inoltre, in questa nuova opera, Undead Labs ha assicurato che la morte permanente occupi un posto di rilievo nell’esperienza di gioco. I sistemi narrativi sono infatti stati progettati in modo che la perdita di un membro abbia un impatto maggiore rispetto a prima.

È importante che il ricordo degli eventi sia presente non solo per il giocatore, ma anche per i personaggi del mondo. Pertanto, i nostri sistemi narrativi saranno particolarmente progettati per supportare questi momenti forti. Perché non c’è niente di più devastante della perdita di un membro della comunità, soprattutto se si tratta di qualcuno su cui hai investito molto. Dobbiamo fare un lavoro migliore per dimostrare che questo sacrificio ha un significato e come può avere un impatto sulla comunità.

Sarà presente anche la sensazione di pericolo onnipresente e lo studio vuole che i giocatori vivano situazioni simili a quella rappresentata nel trailer, vale a dire che un sopravvissuto chiama gli altri, ma che tutto non va come previsto, in particolare a causa della mancanza di munizioni.

L’atmosfera di State of Decay 3

È passato del tempo dall’ultimo gioco. Gli zombi appaiono più decomposti, con la pelle scura ed essiccata attaccata alle ossa, mentre l’infestazione si è intensificata, diffondendo i suoi tentacoli rosati simili a neuroni su edifici e ponti. Grazie alla potenza dell’Unreal Engine 5, ogni elemento di questo mondo appare più imponente e dettagliato.

Per noi è un punto d’onore che ciò che mostriamo sullo schermo sia tipicamente nostro e che si adatti perfettamente al nostro universo. Ogni dettaglio racconta una storia, dai graffi e morsi sul calcio di legno di un fucile al modo in cui è stato assemblato il tuo amato veicolo. Pensiamo meticolosamente all’umore e al tono di ogni momento della giornata, fino al nastro che tiene insieme la tua scarpa. Al giorno d’oggi la qualità dei giochi è così alta che è fondamentale curare il messaggio e il modo in cui viene trasmesso. State Of Decay è sempre stato in grado di toccare le persone. Ha anima e cuore, una miscela perfetta di orrore e bellezza, leggerezza e profondità… Questi elementi devono risplendere, non importa quanto siano fedeli le risorse.

Poiché il gioco si svolge molto più tardi rispetto ai due giochi precedenti, alcuni sopravvissuti sono diventati esperti nei loro campi. Ciò inaugurò un’era di ingegno in cui vestiti, provviste e armi furono adattati alle esigenze dei sopravvissuti. Possiamo contare su armi con canne ritoccate e caricatori ampiamente modificati, o indumenti rinforzati con piastre corazzate.

Il mondo di State of Decay 3 è stato esplorato in profondità, rendendo più facile trovare componenti per modificare le armi esistenti piuttosto che scoprire un’arma completa già pronta.

Il programma di questa nuova produzione di Undead Labs si presenta particolarmente interessante e sembra essere una vera e propria evoluzione della formula originale di State of Decay. Purtroppo dovremo sicuramente mostrare ancora molta pazienza per metterci finalmente le mani sopra, poiché lo studio non ha specificato né un periodo di rilascio né una piattaforma.

-

PREV perché Google Maps supera significativamente Waze?
NEXT perché Google Maps supera significativamente Waze?