PHI presenta la sua programmazione estiva

PHI presenta la sua programmazione estiva
PHI presenta la sua programmazione estiva
-

Centro PHI

“Broken Spectre” – prorogato fino al 15 settembre

Combinando un coinvolgente video di 75 minuti e una selezione di foto di grande formato, Broken Spectre del pluripremiato artista irlandese Richard Mosse immerge il pubblico in un’invisibile catastrofe ecologica che rivela l’esponenziale devastazione ambientale del bacino amazzonico. Un’installazione immersiva cri du coeur che deve essere vista.

Habitat Sonore – programmazione estiva fino all’11 agosto

La sala immersiva del PHI Sound Center presenta la sua programmazione estiva che mette in risalto l’iconico duo francese Daft Punk e Playlist Montréal – La musica che fa vibrare Montreal con i migliori suoni di artisti locali: Gayance, Narcy, In Stereo, The Bionic Harpist , Patrick Watson, Klô Pelgag, Daniel Bélanger, Bibi Club, Jean-Michel Blais, Waahli, Cosmic Cosmic, Malika Tirolien, Dominique Fils-Aimé e Karkwa.

Residenza PHI Montreal – fino al 3 luglio

I due artisti in residenza per l’edizione 2024 di PHI Montreal svelano i risultati del loro lavoro in una mostra collettiva. Jacqueline Van de Geer presenta Becoming Sparkling mentre Annie Baillargeon presenta Cosmology of Mutations. Mostra gratuita.

Spazi incarnati – 29 e 30 giugno, 20 e 21 luglio e 31 agosto

Tre volte durante l’estate, il Centro PHI offre incontri mensili gratuiti di performance per abitare i suoi spazi. Ecco l’elenco dei prossimi artisti per l’estate. Spettacoli gratuiti.

  • Marcella França con Comfort Zone (29 e 30 giugno)
  • Catherine Desjardins-Béland con Brailler comme une Madeleine (20 e 21 luglio)
  • THE BRAID con Kinscape (31 agosto)

Fondazione PHI

Rajni Perera e Marigold Santos: “Efflorescenza/The Way We Wake” – fino all’8 settembre

Questa mostra mozzafiato presenta dipinti e sculture recenti e inediti che mettono in risalto gli approcci individuali e collettivi di due artisti canadesi Perera (nato nello Sri Lanka) e Santos (nato nelle Filippine), rivelando al contempo le loro affinità formali e concettuali. Le opere esplorano le esperienze diasporiche degli artisti, la ricerca sui rispettivi patrimoni culturali, la creazione artistica e la maternità. Ingresso libero.

Sonia Boyce: “FEELING HER WAY” – fino all’8 settembre

La mostra “SENTIRE IL SUO MODO”. [Dans le sillage de l’intuition] dell’artista afro-caraibica britannica Sonia Boyce, invita il pubblico in una sontuosa polifonia visiva e sonora incentrata sulle performance vocali e sull’improvvisazione di quattro rinomati cantanti neri. L’installazione, che ha vinto il prestigioso Leone d’Oro alla 59. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia nel 2022, è composta da sfondi, poster, fotografie, sculture, video e suoni. Ingresso libero.

Natacha Clitandre: “Costruzioni riflettenti” – fino all’8 settembre

Reflexive Constructions è un progetto di coinvolgimento pubblico dell’artista Natacha Clitandre interessata alla pianificazione urbana a Montreal. Ispirate dalla prossimità, dallo scambio e dalla condivisione di esperienze soggettive, le opere di Natacha Clitandre permettono a tutti di pensare agli spazi che li circondano, ai loro usi e ai possibili miglioramenti. Ingresso gratuito, apertura al pubblico sabato e domenica.

Durante le mostre è possibile consultare gratuitamente la programmazione pubblica della Fondazione PHI relativa ai temi presentati nelle mostre.

-

NEXT Questo motore a reazione senza parti mobili spinge i droni a 322 km/h!