A Saint-Germain-en-Laye, l’iXcampus accoglierà 2.000 studenti, ricercatori e start-up DeepTech

A Saint-Germain-en-Laye, l’iXcampus accoglierà 2.000 studenti, ricercatori e start-up DeepTech
A Saint-Germain-en-Laye, l’iXcampus accoglierà 2.000 studenti, ricercatori e start-up DeepTech
-

Il 17 maggio 2024 ha segnato l’inizio dei lavori di costruzione di questo futuro campus di cui il Dipartimento è partner principale. Con la sua espansione verso materiali sostenibili e di provenienza geografica, iXcampus accoglierà nel 2025 quasi 2.000 studenti, insegnanti-ricercatori, ingegneri e tecnici dedicati alle tecnologie innovative cosiddette dirompenti (DeepTech) come le tecnologie quantistiche o fotoniche.

Attraverso una formazione innovativa, in particolare nella scienza e nel design, un programma di ricerca di livello mondiale, la presenza di importanti attori industriali e un ambizioso programma di incubazione, iXcampus mira a facilitare e accelerare l’emergere di tecnologie dirompenti guidate da aziende industriali impegnate e responsabili.
La costruzione di questo centro di eccellenza è appena stata avviata con posa della prima pietra di Pierre Bédier, presidente del dipartimento, Julien Lalanne, direttore generale di iXcampus, Arnaud Péricard, sindaco di Saint-Germain-en-Laye e Valérie Pécresse, presidente della regione Ile-de-France e alla presenza di Laurent Gatineau, Presidente dell’Università CY Cergy di Parigi. Erano presenti molti funzionari eletti della comunità dell’agglomerazione Saint-Germain Boucle de la Seine.

Posa della prima pietra dell’iXcampus, 17 maggio 2024 a Saint-Germain-en-Laye ©CD78

Per Pierre Bédier, iXcampus unisce entrambi

una visione affinché il dipartimento sia armonico, affinché non diventi un dipartimento dormitorio”; un metodo “basato sulla partnership e credenze molto forte a favore della pianificazione regionale e dei progetti imprenditoriali.

Una mecca per le tecnologie del futuro

Etichettato Grandi luoghi dell’innovazione e territori dell’industria dal 2019i 40.000 mq di iXcampus saranno dedicati al “DeepTech”: ottica, fotonica, quantistica, microelettronica, Intelligenza Artificiale e cybersecurity.

“Questo ambizioso progetto è reso possibile grazie al Dipartimento degli Yvelines. Più che un sostegno finanziario, è un partner leale che ha fornito la sua esperienza in diversi aspetti dello sviluppo del programma.”

dichiara Julien Lalanne, direttore generale di iXcampus. Il Dipartimento ha investito in questo progetto 30 milioni di euro per un costo totale di 95 milioni di euro.

“Siamo pronti ad affrontare le principali sfide sociali, politiche e ambientali. Consentendo agli attori accademici e industriali di lavorare nello stesso campus e fornendo l’accesso a piattaforme tecniche all’avanguardia alle giovani start-up, stiamo facilitando l’emergere di tecnologie dirompenti e la loro diffusione su scala industriale”, spiega Julien Lalanne .

Insieme si formeranno un ecosistema di apprendimento ed esplorazione ma anche un crogiolo di diversità e inclusione. Il campus accoglierà in particolare gli studenti della scuola di design dell’Università CY Cergy di Parigi e corsi di formazione sulla fotonica realizzati in collaborazione con l’Institut d’Optique Graduate School, una componente dell’Università Paris Saclay.

Saint-Germain-en-Laye e il campus della conoscenza

iXcampus sarà situato nel sito dello Château Saint-Léger a due passi dal Lycée International e dal campus Sciences-Po Saint-Germain.

Come ha ricordato Arnaud Péricard:

“con il Lycée international, il campus Sciences-Po e il futuro iXcampus, stiamo creando un campus della conoscenza che non avrebbe visto la luce senza l’aiuto del Dipartimento. Qui si riuniscono tutte le intelligenze collettive che lavoreranno al servizio dell’interesse generale”.

-

NEXT Buon affare – L’oggetto connesso di Netatmo Teste termostatiche connesse per radiatori Valvola aggiuntiva “5 stelle” a 59,99 € (-22%)