Kélonia accoglie una tartaruga con una strana ferita

Kélonia accoglie una tartaruga con una strana ferita
Kélonia accoglie una tartaruga con una strana ferita
-

Attualmente è ricoverata a Kélonia una tartaruga caretta con una ferita particolare, probabilmente causata dal morso di uno squalo feroce.

Scritto da Gaëtan Dumuids – sabato 18 maggio 2024 alle 16:28

Kélonia ha recentemente accolto una tartaruga caretta con una ferita unica: una ferita perfettamente rotonda, tanto profonda quanto ampia. Anche se le cure sono in corso e la tartaruga non è in pericolo immediato, si prevede che la guarigione di questo tipo di lesione richiederà molto tempo, soprattutto perché non è possibile suturare.

Secondo gli esperti del sito, questa ferita è il risultato del morso di un feroce squalelet, un piccolo squalo di dimensioni comprese tra 40 e 50 cm, scientificamente noto come Isistius brasiliensis. Dotato di una formidabile mascella capace di tagliare carne e pelle, lo squalo non esita ad attaccare la megafauna marina.

Mentre le cicatrici dei morsi sono spesso visibili su pesci di grandi dimensioni come il tonno e il pesce spada, nonché su cetacei come delfini e balene, i morsi sulle tartarughe rimangono più rari. In effetti, i denti aguzzi dello squalelet spesso hanno difficoltà a tagliare i gusci delle tartarughe embricate.

Questo è solo il secondo caso di morso di tartaruga osservato dalla creazione del Kélonia Care Center. Il caso precedente, riguardante una giovane tartaruga embricata, si è purtroppo concluso con esito tragico poiché il morso al collo è stato fatale.

-

NEXT Buon affare – L’oggetto connesso di Netatmo Teste termostatiche connesse per radiatori Valvola aggiuntiva “5 stelle” a 59,99 € (-22%)