Scoperta di ULiège: nuovo pianeta extrasolare attorno a Speculoos-3

Scoperta di ULiège: nuovo pianeta extrasolare attorno a Speculoos-3
Scoperta di ULiège: nuovo pianeta extrasolare attorno a Speculoos-3
-

Il team del progetto Speculoos, guidato dall’Università di Liegi (ULiège), ha annunciato la scoperta di un nuovo pianeta delle dimensioni della Terra in orbita attorno a una vicina stella nana ultrafredda chiamata Speculoos-3. Questo è il secondo sistema planetario rilevato attorno a questo tipo di stelle dopo Trappist-1.

Questa scoperta dimostra la capacità del nostro osservatorio Speculoos-Nord di rilevare esopianeti delle dimensioni della Terra che si prestano bene a studi dettagliati. E questo è solo l’inizio”si rallegra l’astronomo Michaël Gillon dell’Università di Liegi, a capo del progetto.

“Grâce au support financier de la Région Wallonne et de l’Université de Liège, deux nouveaux télescopes, Orion et Apollo, iront bientôt retrouver Artemis sur le plateau du volcan Teide à Tenerife afin d’accélérer la chasse à ces fascinantes planètes”, poursuit -egli. Lanciato nel 2019, il progetto Speculoos (Search for Planets EClipsing ULtra-cOOl Stars) mira alla ricerca di esopianeti, cioè pianeti situati al di fuori del sistema solare, potenzialmente abitabili attorno alle stelle più piccole e fredde del quartiere solare.

Il pianeta appena rilevato è stato chiamato Speculoos-3 b. “Ha praticamente le stesse dimensioni della Terra”spiega Michaël Gillon. “Un anno, cioè un’orbita attorno alla stella, dura circa 17 ore. I giorni e le notti, invece, probabilmente non finiscono mai. Pensiamo infatti che il pianeta sia in rotazione sincrona, per cui lo stesso lato, chiamato lato giorno, è sempre rivolto verso la stella, come la Luna per la Terra. Il lato notturno sarebbe chiuso nell’oscurità infinita., lui spiega. La temperatura media della stella attorno alla quale orbita l’esopianeta è di 2.600°C, ovvero la metà di quella del Sole.

A causa della sua orbita ipercorta, il pianeta riceve quasi sedici volte più energia al secondo di quella che la Terra riceve dal Sole ed è quindi letteralmente bombardato da radiazioni ad alta energia. “In un ambiente del genere, la presenza di un’atmosfera attorno al pianeta è molto improbabile”, sottolinea Julien de Wit, co-direttore dell’Osservatorio Speculoos Nord e del suo telescopio Artemis. Questo lavoro è oggetto di una pubblicazione sulla rivista Nature Astronomy. (INT, GEN, CFI, DHO, francese)

Il progetto SPECULOOS, guidato dall’astronomo Michaël Gillon dell’Università di Liegi, ha appena scoperto un nuovo esopianeta delle dimensioni della Terra in orbita attorno a SPECULOOS-3, una stella “nana ultrafredda” di dimensioni simili su Giove, due volte più fredda del Sole. e situato a 55 anni luce dalla Terra Dopo il famoso TRAPPIST-1, SPECULOOS-3 è il secondo sistema planetario scoperto attorno a questo tipo di stella oggetto di pubblicazione sulla rivista Astronomia della natura. -Belga-

-

PREV Dell presenta la combinazione tastiera-mouse silenziosa KM555 per lavorare senza rumore
NEXT Risparmia spazio e leggi a un costo inferiore con l’e-reader Kindle 2022 che costa meno di 110 euro