170 paesi non potranno giocare a questo gioco PlayStation

170 paesi non potranno giocare a questo gioco PlayStation
170 paesi non potranno giocare a questo gioco PlayStation
-

Devi credere che PlayStation sia interessata a creare account. Solo poche settimane dopo aver attirato l’ira dei giocatori PC Helldiverse 2, lo studio torna di nuovo e ci offre lo stesso controverso piatto. Questa volta lo è Il regista di Ghost of Tsushima che è il cuore dei problemi. Mentre il titolo è atteso su PC il 16 maggiomolti preordini vengono annullati e rimborsati, senza preavviso o preavviso.

Questo sta accadendo sulle piattaforme Steam, Epic e Green Man Gaming, con migliaia di rivendicazioni in gioco. La colpa però non è di queste piattaforme di vendita. Si scopre infatti che i preordini annullati avvengono in paesi che non hanno accesso a PlayStation Network, la rete che Sony utilizza per raccogliere i dati dei suoi utenti online e che è essenziale sulla console. Anche su PC? È verso questa possibilità che tendono le opinioni pubbliche.

Per giocare è necessario un account PSN?

Eppure, Fantasma di Tsushima non è l’argomento perfetto per parlare di PlayStation Network. Là Scene extra porta una singola modalità multiplayer, denominata Leggende, e questa sarebbe l’unica parte interessata alla creazione di un conto obbligatorio a beneficiarne. Sfortunatamente, questo è sufficiente per consentire a PlayStation di eseguire il rendering dell’intero gioco non disponibile in oltre 170 paesi non avere accesso per creare un account su questa rete.

I giocatori che non hanno la memoria corta ricorderanno che fu interessato lo stesso scandalo Helldiverse 2 solo pochi giorni fa. A 4 mesi dalla sua uscita, Sony voleva imporre un account PSN ai giocatori PC, ritirando così il titolo dalla vendita anche in più di un centinaio di paesi. Ma dopo forti critiche, l’azienda era andato indietro… per questa volta. Era una scommessa sicura che l’azienda avrebbe riprovato l’esperienza sui suoi prossimi giochi, ma nessuno avrebbe osato immaginare che ciò sarebbe accaduto con Il regista di Ghost of Tsushima.

Per il momento Sony non ha reagito alla situazione. E’ comunque probabile che la società faccia chiarezza in favore dei giocatori. Sfortunatamente, sembra che i 170 paesi cancellati abbiano poche possibilità di ricorso. Per tutti coloro che possono creare un account PSN, però, non sappiamo ancora se verrà richiesto all’avvio del gioco o solo all’accesso alla parte multiplayer. È ovvio che la prima opzione sarebbe molto sgradita, mentre per la seconda si tratterà di una questione di accomodamento.

? Per non perdere nessuna notizia sul Journal du Geek, iscriviti su Google News. E se ci ami, abbiamo una newsletter ogni mattina.

-

PREV Google annuncia un cambiamento storico che trasformerà il tuo smartphone
NEXT Fortnite multato per aver spinto i bambini all’acquisto