Electronic Arts sta davvero cercando di integrare la pubblicità nei suoi giochi | Xbox

Electronic Arts sta davvero cercando di integrare la pubblicità nei suoi giochi | Xbox
Descriptive text here
-

Vedremo effettivamente annunci pubblicitari durante il gioco quando giocheremo alle prossime produzioni di Electronic Arts? Se la domanda faceva senza dubbio ridere i giocatori qualche anno fa, oggi l’idea verrebbe seriamente presa in considerazione dallo studio, anche se nulla è ancora scolpito nella pietra.

Electronic Arts non ha intenzione di arrendersi

Oggi non si parla più di negazione. Andrew Wilson a récemment admis que l’entreprise envisageait de mettre en place des publicités dynamiques dans ses jeux AAA, une déclaration survenue alors que le PDG d’Electronic Arts participait à une conférence téléphonique avec ses investisseurs afin de présenter les derniers résultats de l’ azienda :

Per rispondere alla tua domanda sulla pubblicità in generale, penso che sia ancora presto su questo fronte. E abbiamo cercato, nel corso della nostra storia, di essere molto attenti alla pubblicità nel contesto delle nostre esperienze di gioco, ma, ancora una volta, quando pensiamo ai miliardi di ore trascorse a giocare, creare, guardare e connetterci, e quando la maggior parte di ciò il coinvolgimento rientra nei confini di un’esperienza di gioco tradizionale, prevediamo che la pubblicità possa essere per noi un motore di crescita significativo.

Saremo molto attenti a questo, ma abbiamo team interni che stanno attualmente esplorando come implementare progetti molto ponderati all’interno delle nostre esperienze di gioco, ma cosa ancora più importante, mentre iniziamo a costruire una comunità e a sfruttare il potere della comunità oltre i confini i nostri giochi, come possiamo considerare la pubblicità come motore di crescita in questo tipo di esperienze?

Sebbene la pubblicità dinamica non sia ancora molto diffusa, il suo processo è già noto nel settore con il nome “DAI” (Dynamic Ad Insertion). Dietro questo nome si nasconde un cosiddetto metodo più intelligente per trasmettere contenuti commerciali agli utenti in base alle loro abitudini, alla loro storia e ai loro interessi. Ricordiamo che EA lo aveva già sperimentato nel 2020 con UFC 4, un’iniziativa che era molto dispiaciuta e per la quale lo sviluppatore si era scusato.

Sebbene la questione della pubblicità nei videogiochi sia stata spesso sollevata, essa divide e causa molti attriti all’interno del settore stesso. Più in generale, alcuni operatori considerano questa una naturale evoluzione del settore, poiché gli introiti pubblicitari costituiscono una notevole fonte di reddito per molti settori.

-

PREV XF16-50mm f/2.8-4.8 R LM WR: Fujifilm rispolvera il suo kit di ottiche premium
NEXT Google Maps offre una scorciatoia per trovare le stazioni di ricarica più vicine