come l’intelligenza artificiale generativa sta interferendo nella creazione di videogiochi

come l’intelligenza artificiale generativa sta interferendo nella creazione di videogiochi
come l’intelligenza artificiale generativa sta interferendo nella creazione di videogiochi
-

INDAGINE – Chatta con personaggi virtuali, genera immagini, dialoghi o voci… L’intelligenza artificiale sta gradualmente apparendo nelle produzioni di giochi. Ma i grandi attori del settore restano cauti, mentre i professionisti si preoccupano per il loro lavoro.

Rivolgi domande al personale dell’hotel per ottenere informazioni utili a seguito di una missione. Convinci i passanti spaventati a rifugiarsi durante un attacco alieno. Progetta un piano di infiltrazione discutendo con un membro della resistenza. Controller in mano e cuffie sulle orecchie, queste esperienze di dieci minuti mettono il giocatore in una nuova posizione: chattare oralmente con i personaggi dei videogiochi. Rispondono come se fossero persone reali, in base alla loro personalità e motivazioni.

I giganti Nvidia e Ubisoft, ma anche start-up come Convai e InWorld AI, sono all’origine di queste dimostrazioni tecniche presentate lo scorso marzo ai professionisti dei videogiochi durante la prestigiosa fiera Game Developers Conference (GDC) di San Francisco. Questi prototipi mirano a dare un assaggio di come potrebbero essere i videogiochi di domani, alimentati dall’intelligenza…

Questo articolo è riservato agli abbonati. Ti resta il 91% da scoprire.

Vuoi leggere di più?

Sblocca immediatamente tutti gli oggetti.

Già iscritto? Login

-

PREV una nuova importante patch, cosa c’è di nuovo?
NEXT In Australia, Jamie Seymour estrae il veleno dagli animali marini per salvare vite umane