La prima mappatura del cervello umano su scala nanometrica rivela l’invisibile!

La prima mappatura del cervello umano su scala nanometrica rivela l’invisibile!
La prima mappatura del cervello umano su scala nanometrica rivela l’invisibile!
-

I ricercatori hanno mappato tutto neuronineuroni e le loro connessioni in un campione di cervello umano. Un campione molto piccolo per l’esattezza, poiché misura solo un millimetro cubo, ovvero un milionesimo di un cervello completo. Ma questa è la prima mappatura così dettagliata, effettuata alla scala del nanometronanometro. Questo è il lavoro di un gruppo di ricercatori dell’Università di Harvard e GoogleGoogle Research, che hanno pubblicato i loro risultati sulla rivista Scienza.

Da un certo punto di vista, il nostro set di dati è minuscolo. Ma non sembra piccolo, perché quando ti immergi ti rendi conto che è una foresta gigantesca. È una foresta molto piccola, ma è una foresta molto, molto, molto complicata. “, ha detto Jeff Lichtman, professore di biologia molecolarebiologia molecolare e cellulare.

1,4 petabyte di dati!

Il campione è composto da circa 57.000 cellule, 230 millimetri di vasi sanguigni, 150 milioni sinapsisinapsie rappresenta 1,4 petabyte di dati. Questo è il risultato di dieci anni di lavoro. Il campione è stato raccolto più di dieci anni fa da un paziente durante un intervento chirurgico correlatoepilessiaepilessiae i dati analizzati utilizzando gli algoritmi di intelligenza artificiale di Google.

I ricercatori hanno pubblicato tutti i loro dati in uno strumento online. Queste risorse potrebbero aiutare a comprendere meglio il cervello, il comportamento umano e i disturbi neurologici. Tuttavia, poiché questo campione proviene da un paziente epilettico, i ricercatori non sanno se alcune strutture scoperte lo siano patologicopatologico o semplicemente raro.

Una mappa completa del cervellocervello umano con questo livello di dettaglio non è ancora realizzabile con la tecnologia attuale. Tuttavia, i ricercatori sperano di riuscire prima o poi a mappare il cervello di un topo. Nel frattempo, il prossimo passo sarà studiare la formazione dell’ippocampo di un topo.

-

PREV Samsung ricrea il caos del suo smartphone Galaxy di fascia media
NEXT Arnage. Alizée si sta formando nella professione di animazione