Il mercato grigio delle chiavi dei giochi per PC: un viaggio nei guai

-

Ho appena visto un bellissimo video di Signor Plouf sul mercato della rivendita di chiavi per software e videogiochi e poiché ho imparato molte cose, beh le condivido con voi. Personalmente, non sono mai stato interessato più di così all’argomento perché non sono un giocatore, ma ho comunque pensato che fosse una cosa interessante.

Allora, cos’è questo mercato grigio di cui sta parlando?

Fondamentalmente è un po’ come i mercatini delle pulci della domenica mattina, solo che invece di andare a caccia di vecchi ninnoli, andiamo a caccia di chiavi di gioco non costoso. Questi tasti ti consentono di attivare un gioco su una piattaforma simile Vapore e normalmente sono forniti da sviluppatori o editori. Ma nel mercato grigio di cui parla il signor Plouf arrivano chissà da dove, rivenduti da questi siti un po’ loschi.

Kinguin, G2A, Gioco istantaneo…ecc, forse li conosci, sono i principali attori del mercato grigio e non sono veramente amici di sviluppatori o editori perché rivendono le chiavi senza il loro consenso, e spesso a prezzi imbattibili. Per raggiungere questo obiettivo, questi siti acquistano effettivamente le chiavi in ​​paesi in cui i giochi sono più economici, come Argentina o Turchia, o le raccolgono tramite varie fughe di notizie per rivenderle ovunque. Schemi non molto legali che gli sviluppatori non vedono favorevolmente.

Insomma, se puoi evitarlo, è meglio, soprattutto perché Steam gli ha fatto guerra e rischia di disattivarti le chiavi, quindi potresti anche farlo sii paziente e aspetta le vendite.

-

PREV Rouyn-Noranda: Il CLD in missione di reclutamento in Madagascar
NEXT Ai Pin: dopo il flop del suo gadget, Humane sarebbe (già) in vendita