Spotify fa pagare una delle sue migliori funzionalità

Spotify fa pagare una delle sue migliori funzionalità
Spotify fa pagare una delle sue migliori funzionalità
-

Spotify senza abbonamento a pagamento sta diventando sempre più minimalista in termini di funzionalità. D’ora in poi agli utenti non iscritti sarà tolta la possibilità di vedere i testi delle canzoni.

Sappiamo che essere una piattaforma di streaming (musicale o video) non è necessariamente molto semplice dal punto di vista finanziario al giorno d’oggi. Quindi, per compensare, Spotify cerca di fare di tutto per convincere i suoi utenti ad sottoscrivere un abbonamento a pagamento. Come ? Rimuovendo funzionalità gratuite.

L’ultima rimozione di funzionalità fino ad oggi non è davvero una sorpresa, dato che già a settembre la piattaforma aveva iniziato a “testare” questo “downgrade”: alcuni utenti avevano iniziato a non poter più accedere ai testi delle canzoni senza pagare un canone. abbonamento premium. Ma questo riguardava solo un piccolo numero di utenti. Non più…

Infatti, come rileva Android Authority, sempre più utenti sui social network iniziano a lamentarsi di non poter più accedere alle funzionalità senza pagare. Ciò suggerisce fortemente che Spotify abbia ritenuto i risultati dell’esperimento sufficientemente conclusivi da estenderlo al maggior numero di persone, e che sarebbe quindi in procinto di “distribuire” la funzionalità su larga scala in modo graduale.

Di per sé, un cambiamento abbastanza comprensibile, soprattutto perché non impedisce di ascoltare musica, ma questa mancanza di funzionalità sempre più marcata per gli utenti gratuiti è sufficiente per irritare alcuni che lo fanno conoscere sui social media…

_
Segui Geeko su Facebook, Youtube e Instagram per non perdere novità, test e buoni affari.

Ricevi le nostre ultime novità direttamente sul tuo WhatsApp iscrivendoti al nostro canale.

-

PREV La conferenza THQ è stata ufficializzata con Gothic 1 Remake e Titan Quest II | Xbox
NEXT Nuova ghiaia | Propain si imbarca nell’avventura con il Terrel ⋆ Vojo