Tour de France: Biniam Girmay vince l’ottava tappa

Tour de France: Biniam Girmay vince l’ottava tappa
Tour de France: Biniam Girmay vince l’ottava tappa
-
Biniam Girmay è stato ancora una volta il più forte © KEYSTONE/AP/Jerome Delay

Pubblicato il 06.07.2024

L’eritreo Biniam Girmay ha vinto l’ottava tappa del Tour de France a Colombey-Les-Deux-Eglises, festeggiando il suo secondo successo in questa 111esima edizione. Tadej Pogacar ha mantenuto la maglia gialla di leader.

Nel villaggio reso celebre dal generale De Gaulle, Girmay, che indossa la maglia verde, è uscito in volata battendo i belgi Jasper Philipsen e Arnaud De Lie.

Velocista leggero e snello, Girmay (24 anni) conferma il suo status di pioniere per il suo continente. Lunedì a Torino ha proclamato il suo orgoglio di essere diventato il primo corridore africano di colore a vincere il Tour.

In una tappa corsa in parte sotto la pioggia, il gruppo ha dovuto lavorare per raggiungere il fuggitivo di giornata, Jonas Abrahamsen, scappato dal chilometro zero a Semur-en-Auxois. Prima accompagnato dal turgoviano Stefan Bissegger e Neilson Powless, poi velocemente da solo, il norvegese della Uno-X, molto visibile fin dall’inizio del Tour, ha aperto la strada per 169 chilometri. Ha consolidato la sua maglia di miglior scalatore durante le poche salite in programma, prima di essere colto a 15 km dalla meta.

Fase di tutti i pericoli

La 9a tappa di domenica sulle strade bianche intorno a Troyes sarà piena di pericoli per i favoriti. Innovazione della Grande Boucle, i 14 settori di ghiaia bianca in programma per questo anello Troyes – Troyes (199 km) costituiscono una trappola di prim’ordine. Questa “mini Parigi – Roubaix” rischia di distruggere tutte le speranze e le ambizioni con un lancio di dadi, una foratura o una caduta.

“Non penso che possiamo vincere il Tour su questa tappa, ma possiamo perderlo”, riassume Remco Evenepoel, 2° assoluto. Il belga ha pochissima esperienza su questo campo, a differenza della maglia gialla Pogacar, che ha già vinto le Strade bianche, una classica italiana simile, nel 2022 e 2024.


asino

-

PREV uno spettatore lancia fiches a Tadej Pogacar in piena salita finale
NEXT Il parere del nostro consulente Jean-Luc Vandenbroucke dopo la 14a tappa del Tour de France: “Ora Remco deve modellare la sua corsa su Vingegaard”