Diritti TV: i presidenti dei club di Ligue 1 non possono decidere tra il canale della Lega associato a Warner Bros Discovery e DAZN

Diritti TV: i presidenti dei club di Ligue 1 non possono decidere tra il canale della Lega associato a Warner Bros Discovery e DAZN
Diritti TV: i presidenti dei club di Ligue 1 non possono decidere tra il canale della Lega associato a Warner Bros Discovery e DAZN
-

Ovviamente i presidenti dei club professionistici non sono ancora stanchi della serie infinita di diritti di Lega per il periodo 2024-2029. Dopo il consiglio d’amministrazione di venerdì mattina, sabato sera è stato organizzato un collegio di club d’élite per decidere su questa questione scottante. Al termine di questo incontro, i presidenti intervenuti in videoconferenza non hanno deciso tra le due opzioni loro offerte.

Il primo è un canale 100% Ligue 1 distribuito in maniera non esclusiva da tutti gli operatori, la cui funzione è soprattutto quella di evitare lo schermo nero alla ripresa della stagione il 16 agosto. Questa antenna si appoggia su sette distributori, senza minimi garantiti: i quattro ISP (fornitori di servizi Internet), cioè Free, Bouygues, SFR e Orange, ma anche Amazon Prime Video, la principale emittente delle ultime tre stagioni, Molotov TV (un canale Internet distributore del canale) e Google TV. Nella versione un po’ “migliorata” rispetto al progetto iniziale, dovrebbe beneficiare soprattutto di un’associazione con la piattaforma Warner Bros Discovery, che offre film, serie e programmi sportivi. Il che lo renderà più attraente.

L’altra soluzione è quella di DAZN, svelata a L’Equipe. La società britannica, desiderosa di svilupparsi sul mercato francese, che di recente ha formulato una proposta finanziaria di 400 milioni di euro all’anno per l’intera Ligue 1, respinta dalla LFP, ha immaginato un nuovo piano: un’offerta per otto delle nove partite di ogni giorno (compresi i primi 10), a 375 milioni di euro all’anno, in media, nelle prossime cinque stagioni (con costi di produzione coperti da LFP Media).

Nessuno dei due progetti ha rassicurato i presidenti dei club, che hanno rinviato la decisione a più tardi.

-

PREV Mercato: Nel mirino del PSG, Julian Alvarez ha deciso per il suo futuro
NEXT uno spettatore lancia fiches a Tadej Pogacar in piena salita finale