Julien Bernard, grande polemica sul Tour de France

Julien Bernard, grande polemica sul Tour de France
Julien Bernard, grande polemica sul Tour de France
-

Se il momento era particolarmente forte per lui, Julien Bernard è stato sanzionato finanziariamente dall’UCI per essersi fermato questo venerdì nel bel mezzo di una cronometro della 7a tappa del Tour de France, durante un piccolo evento organizzato nella sua “fan zone” .

Il momento rimarrà uno dei più memorabili della 111a edizione del Tour de France. Mentre venerdì si è svolto il conteggio del tempo per la settima tappa, Julien Bernard è stato accolto da un’accoglienza da star. In prossimità dell’evento, il nativo di Nevers ha attraversato una “fan zone” pazzesca, degna di quella che Thibaut Pinot ha potuto attraversare l’anno scorso per il suo ultimo Tour. Solo che lì Julien Bernard si è trovato di fronte a un muro fatto di sostenitori, tra cui sua moglie e il suo bambino. Abbastanza da costringerlo allegramente a smontare per abbracciare la sua famiglia, prima di andarsene cinque secondi dopo. La festa però non è piaciuta a tutti.

Poche ore dopo l’arrivo della tappa, il corridore della Lidl-Trek ha postato sui suoi social uno screenshot in cui indicava di essere stato sanzionato dall’Unione Ciclistica Internazionale (UCI) per “ comportamento inappropriato durante la gara che ha offuscato l’immagine dello sport “. Se appare evidente che la formulazione generica utilizzata dall’UCI non corrisponde a quanto accaduto, Julien Bernard ha preferito prendere la cosa per scherzo. E il suo messaggio di secondo grado ha divertito molto i suoi seguaci: “ Mi dispiace UCI per aver danneggiato l’immagine dello Sport. Ma voglio pagare 200CHF ogni giorno e rivivere questo momento.

»

Una normativa applicata alla lettera

I commenti e le reazioni a questa pubblicazione sono stati tutti (o quasi) contro l’UCI. “ La bella battuta… È questo il tipo di momento che ci fa amare lo sport e il ciclismo », Stima questo utente. “ Odiano il loro stesso sport. Non prestargli attenzione. Tutti sono stati toccati da questa folla oggi », ha aggiunto un altro relatore. I messaggi erano numerosissimi anche in inglese, dimostrando, se non fosse necessario, che l’incomprensione andava ben oltre i confini del fan club di Julien Bernard.

Se probabilmente (e stupidamente) l’UCI ha applicato i suoi regolamenti per evitare che un evento del genere si verificasse troppo spesso, non è detto che la sua scelta di sanzionare finanziariamente il corridore francese gli darà buona pubblicità.

-

PREV Trasferimenti: il PSG prende una decisione per i suoi indesiderabili!
NEXT due grandi colpi di scena nella vicenda dei diritti televisivi!