Euro 2024: la Spagna mette fine al sogno di tutta la Germania

Euro 2024: la Spagna mette fine al sogno di tutta la Germania
Euro 2024: la Spagna mette fine al sogno di tutta la Germania
-

La Spagna mette fine al sogno di tutta la Germania

Venerdì la Nationalmannschaft è stata eliminata ai quarti di finale di Euro 2024. Un gol al 119° minuto di Merino ha regalato alla Roja la vittoria per 2-1.

Pubblicato oggi alle 20:41 Aggiornato 4 minuti fa

Iscriviti ora e goditi la funzione di riproduzione audio.

BotTalk

Forse il mito della fiaba estiva, questo “Sommermärchen 2.0” che avrebbe dovuto ricordare il 2006, è stato inventato. Anche se la Germania si è divertita a cadere nella trappola per tre settimane, la verità era un po’ più fragile di quanto l’intero popolo sperasse. E la Nationalmannschaft ha lasciato venerdì con tristezza i suoi Euro 2024, perché ai quarti questa Spagna sarà stata più concreta di loro.

Venerdì a Stoccarda le illusioni sono finite in dissolvenza con il colpo di testa di Mikel Merino al 119′, perfetto il cross di Dani Olmo, e anche il gesto decisivo, anche se ha richiesto non poca fatica su questa MHPArena.

Il pubblico batteva i piedi da tempo, ripetendo espressioni di speranza e, soprattutto, di sconforto su ogni situazione di mezzo gol, ogni intervento difensivo, ogni fischio dell’arbitro (o meno, come in questa mano di Cucurella non segnalato nei tempi supplementari). Era uno stadio che vibrava, perché forse aveva capito che tutto sarebbe finito lì, nei quarti di finale di Euro 2024. Anche se credeva nell’impossibile quando Florian Wirtz mandava i suoi ai supplementari all’89’, dopo un colpo di testa di Kimmich. Un miraggio.

Perché a preludere a questo doloroso risveglio c’è stato questo gol di Dani Olmo poco dopo l’intervallo. Dal dischetto del rigore, il trequartista spagnolo ha approfittato del servizio perfetto di Lamine Yamal, il ragazzo di sedici anni che attualmente è il miglior passante della competizione. C’è stata una piccola vendetta, perché Olmo è dovuto entrare dopo pochi minuti, perché Toni Kroos, come a voler rifiutare un ritiro imminente, aveva mandato Pedri in infermeria con la benedizione dell’arbitro inglese Anthony Taylor.

A questo punto troverai ulteriori contenuti esterni. Se accetti che i cookie vengano inseriti da fornitori esterni e che i dati personali vengano quindi trasmessi loro, devi consentire tutti i cookie e visualizzare direttamente i contenuti esterni.

Consenti i cookiePiù informazioni

Senza dubbio il rammarico più grande dei tedeschi dovrebbe essere quello di essere stati mandati lì, in questa parte della classifica che li ha costretti ad affrontare la Spagna nei quarti di finale. Se il Füllkrug non avesse pareggiato all’ultimo minuto contro la Svizzera nella partita del terzo girone, la Germania avrebbe preso una strada diversa che le avrebbe sicuramente permesso di avanzare nella competizione.

Quindi tutto finì con la sofferenza. Anche se la Germania non può rimproverarsi nulla in questa finale anticipata, perché ha provato di tutto, anche a costo di mettere in campo il suo veterano e vice allenatore non ufficiale Thomas Müller. Anche il pubblico ha mostrato il suo sostegno, chiarendo di non voler rivivere gli ultimi minuti di Kroos su un campo di calcio. È un’espressione di dispetto.

Dobbiamo però ricordare anche che durante i Mondiali tedeschi diciotto anni fa fu un fallimento anche il squadra nazionale aveva abbandonato la competizione in semifinale contro l’Italia. Ma probabilmente è stato proprio quell’anno che ha gettato tutte le basi per il suo titolo di campionessa del mondo, caduto nel 2014, creando una generazione di successo. All’epoca era quello di Lahm, Schweinsteiger e Podolski.

Ecco, ci sono buone ragioni per pensare che Jamal Musiala e Florian Wirtz ci saranno ancora domani, e anche dopodomani. La storia dell’estate finisce qui. Per scrivere meglio un’altra bella storia.

Notiziario

«Euro 2024»

Ogni giorno dopo una partita, ricevi la nostra newsletter con la nostra selezione di articoli sugli highlights delle competizioni.

Altre newsletter

Per accedere

Valentin Schnorhk è giornalista nella sezione sportiva dal 2021, dopo aver lavorato presso l’agenzia Keystone-ATS. Segue particolarmente il calcio ed è molto interessato all’analisi delle partite.Più informazioni @schn_val

Hai trovato un errore? Segnalacelo.

1 Commento

-

PREV i portoghesi fanno pressione sugli sloveni
NEXT Wimbledon – Quarti di finale | Daniil Medvedev crea una sorpresa eliminando Jannik Sinner nei quarti di finale