Wimbledon – Coco Gauff cammina ancora, Paula Badosa torna indietro nel tempo

Wimbledon – Coco Gauff cammina ancora, Paula Badosa torna indietro nel tempo
Wimbledon – Coco Gauff cammina ancora, Paula Badosa torna indietro nel tempo
-

Gauff continua a dettare legge

Coco Gauff non vuole perdere tempo. Desideroso di correggere la situazione dopo essere stato eliminato al primo turno di Wimbledon l’anno scorso, l’americano continua a stupire per questa opera dell’All England. E dopo aver perso tre partite al primo turno e poi al secondo (contro Caroline Dolehide e poi Alexia Todoni), la seconda giocatrice al mondo questa volta ha “offerto” una piccola partita in più alla britannica Sonay Kartal. Ma ha comunque gestito la questione in due inning asciutti.

Coco Gauff, invece, ha avuto un piccolo colpo di calore. Dopo aver preso il servizio di Sonay Kartal dall’inizio, ha visto la qualificata britannica (298esima al mondo) arrivare e pareggiare sul 4-4. Il pubblico del campo numero 1 si è poi un po’ emozionato. Ma l’americano ha subito messo le cose in chiaro, intascando il primo set in 40 minuti. E poi la partita si è trasformata, ancora una volta, in una dimostrazione (6-0 in 23 minuti). Coco Gauff ora attaccherà con la voglia di correggere una piccola anomalia Emma Navarro, lei che non è mai andata oltre la tappa degli ottavi di finale sui prati dello Slam londinese.

Coco Gauff durante il suo secondo round a Wimbledon

Credito: Getty Images

Badosa, il ritorno nella seconda settimana

Paula Badosa ha dovuto lavorare sodo. Ma alla fine la felicità era ancora più bella. Contrariamente a Daria Kasatkina, la spagnola ha trovato le risorse per vincere. Scesa al 93esimo posto nel mondo dopo stagioni rovinate dagli infortuni, ha dovuto lottare per 2h52 per liberarsi della russa (12esima nel mondo) con una grande lotta (7-6, 4-6, 6-4).

Ed eccola di nuovo alla seconda settimana per la prima volta in due anni (ottavi di finale a Wimbledon nel 2022 contro Simona Halep). “Non è la prima volta che partecipo ad una seconda settimana, ma penso che sia la più speciale. Ho sofferto molto a causa dei miei infortuni e sono davvero orgoglioso di me stesso” ha ammesso il nativo di New York.

-

PREV Rugby League: i Dragoni catalani per cancellare i demoni
NEXT Griezmann, denunciato uno scandalo in Spagna!