Il canadese | Owen Beck dice di essere pronto per il futuro

-

Owen Beck ha concluso i suoi giorni da junior con il titolo della Memorial Cup e il titolo di MVP del torneo. Ora è pronto per fare il passo successivo.


Inserito alle 18:16



“Non vedo l’ora che arrivi il prossimo ritiro”, ha spiegato il giovane canadese giovedì al centro di allenamento Brossard. Non importa dove mi trovo, giocherò a hockey professionistico. Voglio prepararmi al meglio per mostrare quello che so fare, sia ai boss dei Canadien che a quelli dei Laval Rocket. »

Perché Owen Beck crede di esserci, dopo tre stagioni nell’hockey junior dell’Ontario, e soprattutto dopo questa conquista la primavera scorsa con la maglia del Saginaw Spirit.

A 20 anni dice di essere pronto per quello che verrà dopo. Questa la scelta di secondo turno del canadese nel draft 2022 (il 33e in totale) è reduce da una stagione da 81 punti nell’hockey junior, che ha già suscitato qualche entusiasmo nei suoi confronti.

La buona notizia è che lo stesso partito principale ritiene di avere ancora molta strada da fare.

“Voglio migliorare il mio gioco durante l’estate”, ha aggiunto durante questo terzo giorno del campo di sviluppo dei Canadien a Brossard. “Voglio assicurarmi di essere abbastanza maturo fisicamente per poter eccellere nei ranghi professionistici, nella National League o nell’American League. »

“Crescere come giocatore”

Per aiutarlo a raggiungere questi obiettivi, la dirigenza del canadese gli ha dato un fratello maggiore, per così dire: l’ex attaccante Paul Byron, che lo ha subito preso sotto la sua ala protettrice.

FOTO FRANÇOIS ROY, ARCHIVIO LA PRESSE

Paolo Byron

“Che storia ha Paul”, ha detto giovedì il direttore dello sviluppo Rob Ramage. L’abbiamo trovato in deroga e questo ragazzo ha trovato un modo. Ha avuto una carriera solida. È molto onesto con i giovani, il che è eccellente, e se ne va si guadagna il loro rispetto. »

Al campo dell’anno scorso, Owen probabilmente non era bravo come lo era al campo da rookie. Quindi abbiamo messo Paul Byron nel suo caso, e Owen ha preso tutto ciò che Paul gli ha lanciato, ed è stato allora che il suo gioco è decollato. E’ la sua determinazione […] La scorsa stagione è andato a Saginaw ed è andato lì per vincere.

Rob Ramage, direttore dello sviluppo dei giocatori dei Montreal Canadiens

È senza dubbio questo il ragazzo che la dirigenza dei Canadiens spera di rivedere presto, sia a Place Bell che al Bell Centre. Beck ha fatto un primo provino con il canadese, per un match nel gennaio 2023, ed è per questo che continua a lavorare con Paul Byron: perché i suoi capi vogliono rivederlo al Bell Centre uno di questi giorni.

“Paul ha guardato le mie partite in video e ha analizzato tutto con attenzione”, ha aggiunto il giovane giocatore centrale. Mi ha dato suggerimenti che si tradurranno nei ranghi professionali. Ci siamo sentiti spesso la scorsa stagione e penso che mi abbia aiutato a migliorare il mio gioco”.

Owen Beck ritiene inoltre che la sua ultima stagione e la sua notevole presenza al torneo Memorial Cup avranno un effetto benefico sulla sua carriera.

“La scorsa stagione ho potuto fare l’esperienza di grandi partite e grandi tornei. Dà un’idea di come sarà nella fase successiva, tra i professionisti. Vediamo che in questi momenti l’intensità sale di un livello. Sono momenti come questi che ti aiutano a crescere come giocatore. »

-

PREV Mbappé retrocesso in panchina? Deschamps spiega
NEXT calciatori dispersi in mare – La Nouvelle Tribune