Olimpiadi di Parigi 2024: i vincitori del Paraguay, le Bleuets di Thierry Henry lasciano il segno prima dei Giochi

Olimpiadi di Parigi 2024: i vincitori del Paraguay, le Bleuets di Thierry Henry lasciano il segno prima dei Giochi
Olimpiadi di Parigi 2024: i vincitori del Paraguay, le Bleuets di Thierry Henry lasciano il segno prima dei Giochi
-

L’estate non è ancora arrivata in Francia. Ma i Paesi Baschi hanno fatto eccezione questo giovedì sera, dove il sole ha illuminato Jean-Dauger al calcio d’inizio di una partita amichevole solo di nome tra la squadra olimpica francese e quella paraguaiana (2-1). Di fronte a 11.280 persone tutte conquistate dalla causa di Thierry Henry, la squadra allenata dal campione del mondo 1998 ha potuto misurare il sostegno che l’attenderà entro tre settimane durante i Giochi di Parigi 2024.

Avremo notato anche il selfie che un membro dello staff avversario ha scattato con l’ex attaccante dei Blues poco prima della ripresa. L’unico bel gesto dei paraguaiani, qualificati anche per le Olimpiadi, che non sono andati a Bayonne per gareggiare. Intensi, nervosi, ruvidi, hanno reso la vita difficile ai Tricolores. Per alcuni il risveglio è stato tardivo e Castello Lukeba ha pagato al 3′. Una palla rubata a 30 metri dalla sua gabbia ha regalato a Juan Salcedo (3°) il primo gol.

Ma la risposta c’è stata, in particolare grazie a Michael Olise. Il fantasista potrebbe benissimo lasciare i suoi compagni se il Bayern Monaco, il suo probabile futuro club, glielo chiedesse. E sarebbe un peccato perché la sua zampata sinistra e la sua capacità di accelerare hanno dato il cambio a questa squadra francese. È il franco-britannico l’autore del gol del pareggio, firmato dal compagno di squadra Jean-Philippe Mateta (45°) poco prima dell’intervallo.

Alla ricerca di punti di riferimento con un undici sperimentale, il gruppo di Thierry Henry era stato fino ad allora molto disordinato nel finalizzare le occasioni firmate da Olise (11°, 31°, 43°), Mateta (25°), Matsmia (25°, 26°). Da buon capitano e all’età di 33 anni, Alexandre Lacazette ha svolto il suo ruolo di “generale”, come ricorda il suo soprannome. Avrà occasioni per segnare durante il torneo olimpico, questa è una certezza. Ma l’eroe della serata è Mateta, doppietta su rigore (51esimo). Anche lui avrà soddisfatto “Titi” Henry. È arrivato prima della tripletta (59esimo).

Rayan Cherki, applaudito da tutto Bayonne, non è da meno. Gol in contropiede (72esimo), i lionesi peggiorano il punteggio. Arnaud Kalimuendo (86°) ha chiuso la serata dopo una sublime azione collettiva. Tuttavia, è difficile ottenere lezioni reali sul futuro. Due titolari (Diouf e Ugochukwu) saranno riserve alle Olimpiadi. Nell’intervallo ci sono stati sei cambi. Quanto a Cherki, ambito dal Dortmund, potrebbe, come Olise, lasciare velocemente il gruppo. Le sorprese non sono finite.

Foglio della partita

FRANCIA-PARAGUAY : 4-1 (1-1)

Ma. Francia: Mateta (45°, 51° sp), Cherki (72°), Kalimuendo (86°). Ombrello: Presa (3e).

Avvertenze. Francia: Matsima (20°), Diouf (34°), Millot (49°), Cherki (84°). Paraguay: E. Gonzalez (7°), M. Gomez (50°), J. Salcedo (90°), Rivas (90°).

Francia : Resti (Nkambadio, 46°) – Sildillia (Millot, 46°), Matsima, Lukeba (Magassa, 46°), Locko (Truffert, 46°), Diouf, Ugochukwu, Chotard (Kone, 46°) – Olise (Cherki, 46°) – Mateta ( Kalimuendo, 64°), Lacazette (cap.) (D. Doué, 64°). Entrata : Enrico.

-

PREV Dopo una lotta, Mathis Castro Ferreira è riuscito a unirsi alla Francia U20 per la Coppa del Mondo
NEXT Sarebbe la fine a Pittsburgh per Joseph