La storia in verde continua per Aïmen Moueffek!

-

Dopo aver raggiunto le 100 partite in Verde durante lo spareggio di ritorno per l’accesso all’élite, vinto dall’ASSE a Metz il mese scorso, Aïmen Moueffek punta ora a un nuovo traguardo con il suo club di formazione! Il nazionale marocchino U23, arrivato all’ASSE all’età di 10 anni, ha frequentato la scuola calcio e poi l’allenamento, continua l’avventura prolungando il contratto con il Forez fino al 2028 con opzione per un’ulteriore stagione.

Fin dai suoi primi minuti da professionista, nel settembre 2020 sul campo del Vélodrome, Aïmen Moueffek ha continuato a scalare le classifiche con la prima squadra dell’ASSE. Dopo aver vissuto la tristezza della retrocessione, il centrocampista è diventato uno dei pilastri del progetto di rimonta del Saint-Etienne, giocando 57 partite nell’arco di due anni nelle retrovie della Ligue 1. Non ci è voluto molto per convincere Olivier Dall’Oglio lo ha titolare diciotto volte, in particolare nei tre incontri decisivi, contro Rodez e Metz, contesi dall’ASSE nella corsa alla salita.

Giocatore duellante, sempre pronto a sacrificarsi a centrocampo, ma altrettanto a suo agio con la palla tra i piedi, Aïmen Moueffek si è trasformato anche in un marcatore nelle ultime settimane. Anche i suoi successi contro il Caen (1-0), poi subito contro il Guingamp (2-2), hanno contribuito a riportare l’ASSE nell’élite. Come i Verdi, Aïmen Moueffek tornerà nell’élite del calcio francese durante la stagione 2024-2025. Il logico passo successivo per un figlio del club!

Aimen Moueffek: “Sono felicissimo! Lascio con l’ASSE con orgoglio e felicità. Non vedo l’ora di iniziare questa stagione in L1 dopo aver raggiunto l’obiettivo di un intero club, di un intero popolo. Siamo riusciti a rientrare in campo” Elite, ora dobbiamo esibirci. Ringrazio anche tutti i sostenitori per i loro messaggi. A presto nel Calderone!”.

Olivier Dall’Oglio, entraîneur de l’ASSE :Sono molto felice di vedere Aïmen, figlio del club e della scuola calcio, firmare a lungo termine con la Maglia Verde. È importante mantenere questa identità proveniente dal Centro di formazione. Volevo davvero vederlo restare dopo la grande stagione che ha avuto. Conosce già la Ligue 1, ma la scoprirà un po’ di più, perché sarà uno dei giocatori importanti della rosa.

-

PREV Il Brasile cade nel ridicolo
NEXT Ayoub El Kaabi pronto a snobbare Mourinho e firmare per l’OL – Olympique Lyonnais