VIDEO. Un caseificio dell’Ain fornirà alberghi a 4 stelle durante le Olimpiadi

VIDEO. Un caseificio dell’Ain fornirà alberghi a 4 stelle durante le Olimpiadi
VIDEO. Un caseificio dell’Ain fornirà alberghi a 4 stelle durante le Olimpiadi
-

Gli yogurt del caseificio Layment riforniranno gli alberghi a 4 stelle durante i Giochi Olimpici. Questa azienda locale si distingue per la qualità dei suoi prodotti, realizzati con metodi ancestrali.

Tra Lione e Bourg-en-Bresse, adagiato lungo l’autostrada, il caseificio dall’aspetto modesto. Come se dovesse nascondere un tesoro. Perché tra le sue pareti si nasconde un prodotto lussuoso: gli yogurt del caseificio Leyment. Queste marmellate di latticini sono prodotti di alta gamma… di quelli da invitare sulle grandi tavolate a colazione, per accompagnare altri piatti raffinati. Laiterie La Côtière rifornisce già numerosi ristoranti e palazzi stellati, in particolare a Cannes. Ma ha appena vinto un contratto con il fornitore ufficiale degli hotel parigini a 4 e 5 stelle. Durante i Giochi Olimpici, questi vasetti dell’Ain verranno serviti ai grandi del mondo.

Il caseificio, situato a Meximieux, ha rilevato nel 2021 l’ex cooperativa Valment, fondata nel 1926. Qui lavorano una quarantina di persone. Il manager ha avuto l’idea di entrare in un mercato di nicchia: produrre prodotti lattiero-caseari di fascia alta per hotel di lusso.

La realizzazione delle Olimpiadi comporta alcuni cambiamenti. “Vu che dobbiamo rifornire gli alberghi di personaggi importanti, come i primi ministri, per evitare ad esempio avvelenamenti, avevamo bisogno di coperchi per garantire la tenuta e l’inviolabilità del prodotto” spiega Charlotte Fraud, assistente del formaggio. La messa a norma dell’unità Leyment è costata 4 milioni e mezzo di euro ma è stata fondamentale per fare lo yogurt.de luxe” in un ambiente industriale sicuro ma con gesti e metodi del passato.

Un successo che è il risultato di uno scrupoloso metodo di lavorazione, che richiede più di 48 ore. “Prepariamo lo yogurt in due fasi. Lo facciamo il giorno prima dove riempiamo lo yogurt e lo lasciamo solidificare nel pentolino. E poi il giorno dopo lo confezioniamo, e sopra ci mettiamo il nostro preparato di frutta. E questo su 18 gusti diversi” spiega Frédéric Bussy, direttore della Laiterie La Côtière. Il casaro sa il fatto suo: iSi sporca le mani dalle 4 del mattino. Il latte utilizzato proviene da 4 aziende agricole dell’Ain: Chalamont, Saint-Martin-du-Mont e Crans. Una qualità che ha un costo poiché il prezzo dello yogurt è tre volte superiore a quello di un latticino classico. “Ci prendiamo il nostro tempo e il tempo è denaro, quindi sì, il prezzo dipende da questo” scivola il manager su questo argomento.

Il caseificio non intende fermarsi qui. Ha appena superato un test per esportare a New York e il suo capo è già socio di un caseificio a Lisbona. Sono solo yogurt, dirà qualcuno… sì, ma yogurt con ambizione.

-

PREV Una classe della scuola di Mazères parteciperà alle Paralimpiadi del 2024
NEXT Possesso palla, contropress e ritmi serrati: immersione nella prima di Pocognoli alla guida dell’Union