La Lambo di Baptiste Moulin ha privato suo malgrado la Ferrari della vittoria a Spa: “La direzione gara ha commesso un errore”

La Lambo di Baptiste Moulin ha privato suo malgrado la Ferrari della vittoria a Spa: “La direzione gara ha commesso un errore”
La Lambo di Baptiste Moulin ha privato suo malgrado la Ferrari della vittoria a Spa: “La direzione gara ha commesso un errore”
-

L’immagine ha fatto il giro del mondo degli sport motoristici. A 45 minuti dal traguardo del centenario della 24 Ore di Spa, la Lamborghini Huracan n. 19 guidata da Hugo Cook al momento dell’incidente ha avuto un guasto all’ingresso dei box e ha bloccato il passaggio della Ferrari 296 n. 51 di Alex Pier Guidi. La rossa ha perso un minuto e una vittoria che sembrava certa, a vantaggio di Aston Martin e Comtoyou Racing.

Tra i piloti della Lambo verde troviamo il belga Baptiste Moulin. Il pilota di Tournai, alla sua quinta 24 Ore di Spa, è tornato sulle circostanze dell’evento che hanno accidentalmente cambiato l’esito della manifestazione.

“Abbiamo avuto un problema al motore e all’impianto elettrico. Si stava spegnendo tutto”ci spiega Baptiste. “Il team ci ha chiesto di resettare la macchina se mai fosse successo. Solo che quando abbiamo avuto un guasto all’ingresso della corsia box e la Ferrari stava arrivando alle nostre spalle, la Lambo si è rifiutata di ripartire e abbiamo dovuto essere riportati al La direzione gara ha commesso un errore, avrebbero dovuto avvisare gli altri team che la pitlane era bloccata, in ogni caso non l’abbiamo fatto apposta bloccando la Ferrari.

Suo malgrado, Baptiste, i suoi compagni di squadra e il team Grasser Racing sono diventati la rovina dei tifosi infuriati, furiosi nel vedere la “loro” macchina perdere la vittoria in uno scenario così improbabile.

“Abbiamo ricevuto alcuni messaggi di odio da alcuni tifosi della Ferrari” continua Battista. “Ma onestamente, mi è andato oltre la testa perché so cosa è realmente successo e non abbiamo nulla di cui vergognarci.”

Baptiste ha guidato per la squadra che ha ottenuto la pole position del centenario con la vettura gemella n. 163. Ma il suo percorso è stato tutt’altro che una passeggiata, piena di problemi che lo hanno riportato al 7° posto nella Silver Cup.

“Grasser è un team super professionale che corre con la Lambo da 10 anni. Abbiamo fatto una buona gara in termini di prestazione pura. Ad un certo punto eravamo nella Top 3 della Silver Cup. Ma siamo stati insidiati da diversi. Tuttavia, la macchina era nuova, comunque è stata una bella esperienza e alla fine del fine settimana io e Gottfried Grasser abbiamo dato il cinque e ci siamo ripromessi di incontrarci di nuovo in futuro.

Fino ad allora, Baptiste tornerà in Italia per gareggiare nel campionato GT Italia, sempre con una Lamborghini.

Ugo de Wilde e Gilles Magnus, amici e medaglia d’argento alla 24 Ore di Spa: “La nostra prima gara da professionisti insieme”

-

PREV Perché il conflitto israelo-palestinese non è più presente nel dibattito pubblico? “I partiti di sinistra lo hanno utilizzato nella loro strategia elettorale”
NEXT British Open: Jon Rahm intende mantenere lo slancio spagnolo