Mpetshi Perricard, Murray, Vondrousova… cosa ricordare della 3a giornata

Mpetshi Perricard, Murray, Vondrousova… cosa ricordare della 3a giornata
Mpetshi Perricard, Murray, Vondrousova… cosa ricordare della 3a giornata
-

Terzo giorno a Wimbledon con sorprese e pioggia all’ordine del giorno. Djokovic è stato rassicurato.

Il padrone del posto

Anche se la scorsa stagione ha perso la finale contro Carlos Alcaraz, Novak Djokovic rimane il padrone del campo centrale. Il sette volte vincitore doveva ancora rassicurarsi dopo un mese di assenza e il ritiro prima dei quarti di finale del Roland-Garros contro Casper Ruud. E si è tranquillizzato e assicurato senza tremare di fronte al 123e mondiale Vit Kopriva (6-1, 6-2, 6-2). Il numero due del mondo sembra essersi ripreso bene dall’intervento al menisco. Il britannico Jacob Fearnley o lo spagnolo Alejandro Moro Canas, suoi potenziali avversari al secondo turno, sono stati avvisati…

L’outsider

Finalista infelice del Roland-Garros, Alexander Zverev ha il piede verde. La testa di serie numero 4 ha camminato contro lo spagnolo Roberto Carballes Baena, 64 annie mondo (6-2, 6-4, 6-2). Il tedesco ha impressionato soprattutto al servizio con 18 ace e il 74% delle prime di servizio. Come a Parigi, anche a Londra potrebbe interpretare i ruoli principali.

La prestazione azzurra

Il gigante francese Giovanni Mpetshi Perricard si offre la prima vittoria del Grande Slam eliminando il ventesimo seme Sebastian Korda (7-6, 6-7, 7-6, 6-7, 6-3), questo martedì, durante una lotta interrotta più volte sotto la pioggia. Sconfitto a 3e turno di qualificazione del sorprendente Maxime Janvier, il fortunato perdente ha colto perfettamente la sua occasione. L’allievo di Emmanuel Planque affronterà nel secondo turno Yoshihito Nishioka.

Il numero 51

Il 21enne francese ha servito non meno di 51 ace con l’84% dei punti vinti dietro ai suoi primi.

Gli altri azzurri

Primo francese a partire titolare martedì, Constant Lestienne non è stato indegno ma ha ceduto alla 25esima testa di serie Lorenzo Musetti, recente finalista del Queen’s (4-6, 7-6, 6-2, 6-2). Arthur Fils ha convinto contro Dominic Stricker (6-3, 6-2, 3-6, 6-4), così come Caroline Garcia tra le donne, che ha sconfitto Anna Blinkova in due set (6-4, 7-5).

Sensazione

È già finita per la campionessa in carica Marketa Vondrousova, travolta da Jessica Bouzas Maneiro, 83 annie mondo (6-4, 6-2). Il mancino ceco, poco ispirato, ha commesso 7 doppi falli ed è stato rotto cinque volte da una giocatrice che stava giocando la sua prima partita del Grande Slam sull’erba.

Allo stato

L’ultima volta che una campionessa in carica ha perso al primo turno sui campi di Londra risale a 30 anni fa: nel 1994. La tre volte campionessa Steffi Graf si arrese poi contro l’americana Lori McNeil.

Gli outsider

Vincitrice a sorpresa nel 2022, Elena Rybakina non si è fermata al suo debutto, lasciando solo quattro partite alla rumena Elean-Gabriel Ruse (6-3, 6-1). Il 4e Il mondo, sconvolto nelle ultime settimane dai problemi sanitari, si è rassicurato. Una seria outsider, cercherà di continuare la sua ascesa al potere in 2e turno contro la tedesca Laura Siegemund. Un’altra giocatrice da tenere d’occhio in campo britannico, l’americana Jessica Pegula. Il 5e mondiale ha surclassato la sua connazionale Ashlyn Krueger in 49 minuti (6-2, 6-0).

La pancia

Niente va bene per Andrey Rublev, dominato da 122e Francisco Comesana (6–4, 5–7, 6–2, 7–6). Battuto negli ottavi al Roland‐Garros dall’italiano Arnaldi, il russo è poi uscito sconfitto nel 1° turno.È turno contro il Giron ad Halle. Quarti di finale l’anno scorso, potrebbe lasciare la top 10 dopo il torneo…

Il pacchetto

Dopo aver subito un intervento chirurgico alla schiena dopo il Queen’s, il beniamino locale avrebbe dovuto giocare titolare martedì contro Tomas Machac. Aveva mantenuto la suspense sulla sua partecipazione, ma sicuramente non era pronto per il suo ultimo ballo in casa dove ha vinto due titoli (2013 e 2016). Tuttavia, si schiererà in doppio con suo fratello Jamie.

La frase

“Volevo partecipare a questo torneo un’ultima volta e volevo avere la possibilità di andarci, di camminare da solo sul campo centrale e tentare di nuovo la fortuna. Mi dispiace per tutti quelli che sono venuti, che volevano sostenermi e guardarmi ancora. Anche io volevo vivere questo momento, sia per me che per le persone che mi hanno sostenuto in questi anni. È triste… “ha detto Andy Murray alla BBC.

” data-script=”https://static.lefigaro.fr/widget-video/short-ttl/video/index.js” >

-

PREV Tennis. Wimbledon – Elena Rybakina su Vondrousova: “È normale essere nervosi”
NEXT Griezmann, denunciato uno scandalo in Spagna!