ASSE aderisce ad un nuovo concorso

-

Il calcio francese è attualmente nel mezzo di una rivoluzione, e questa non riguarda solo il calcio professionistico (nuova denominazione del campionato, cambio di identità visiva, diritti TV, arrivo del VAR in L2, finestra di mercato, ecc.). Una nuova competizione vedrà infatti la luce la prossima stagione e riguarderà le riserve di 16 club professionistici. L’ASSE sarà presente.

Date più spazio alle speranze del calcio francese

Ovunque fioriscono idee per far evolvere il campionato francese verso una maggiore competitività e attrattiva. Ma le autorità puntano anche alla formazione dei giovani talenti del calcio francese. Mentre negli ultimi anni i giovani giocatori tendono ad avere sempre meno tempo per giocare nel campionato professionistico, la FFF e la LFP lanceranno una nuova competizione per mettere in risalto questi giovani e dare loro più tempo per giocare.

Molti giovani giocatori finora venivano convocati nei gruppi professionistici nei fine settimana, ma non entravano in gioco o spesso molto poco, ciò rendeva loro impossibile partecipare alle partite della squadra riserve che potevano, ad esempio, svolgersi lo stesso giorno. Le autorità calcistiche francesi hanno quindi deciso, secondo le informazioni del quotidiano l’Equipe, la creazione di una nuova competizione parallela ai campionati dilettantistici a cui parteciperanno sempre le squadre riserve: La Lega delle Speranze.

ASSE pronto a competere con le migliori squadre?

Il principio ? Verranno iscritte alla competizione le squadre riserve di 16 club che giocheranno 6 partite nella fase regolare della competizione. La classifica stabilita porterà alle semifinali e alla finale. I 16 club coinvolti: Tolosa, Monaco, ASSE, Nantes, Strasburgo, Montpellier, PSG, Paris FC, Ajaccio, Auxerre, Nizza, Bordeaux, Rennes, Le Havre, Caen e Marsiglia.

La competizione, che inizierà a ottobre, si svolgerà secondo il formato di una partita da 90 minuti senza tempi supplementari (calori di rigore diretti). Tutte le partite si terranno lunedì alle 14.30, senza pubblico. Gli spettatori potranno assistere solo alle semifinali e alla finale.

il Direttore Tecnico Nazionale della FFF, Hubert Fournier, spiega la genesi di questa competizione: “ Alcuni dei nostri migliori prospetti non hanno più avuto l’opportunità di giocare nel fine settimana. Abbiamo discusso molto con i direttori dei centri di formazione e questo argomento era in discussione da diverse settimane« .

-

PREV Heiva Tu’aro Mā’ohi 2024 – Polinesia il 1°
NEXT Tra Olimpiadi, elezioni e maltempo, il turismo rallenta