Mary Earps, nuovo portiere del PSG: “Voglio aiutare il campionato francese a crescere”

Mary Earps, nuovo portiere del PSG: “Voglio aiutare il campionato francese a crescere”
Mary Earps, nuovo portiere del PSG: “Voglio aiutare il campionato francese a crescere”
-

È una grande mossa quella annunciata dal PSG questo sabato. Considerato uno dei migliori portieri del mondo, Mary Earps ha lasciato il Manchester United per firmare fino al 2026 con il club parigino. Eletto personaggio sportivo dell’anno dalla BBC lo scorso anno, il portiere della nazionale (31 anni, 50 presenze) è molto popolare in Inghilterra. “Mi chiamano la regina di Tik Tok”sorride, riferendosi al suo numero di iscritti (1,2 milioni) sul social network, prima di spiegarci la sua scelta di unirsi alla Francia.

“Hai trascorso quasi tutta la tua carriera in Inghilterra. È stato difficile partire?
Sì, è difficile lasciare il tuo paese d’origine. Gli ultimi anni in Inghilterra sono stati incredibili (ha vinto la FA Cup la scorsa stagione con il Manchester United). Ho ricevuto molti messaggi di ringraziamento dopo l’annuncio della mia partenza. C’è una comunità molto grande attorno al calcio femminile in Inghilterra, il pubblico è incredibile. Spero di piacere altrettanto ai tifosi del PSG, anche se per questo dovrò guadagnarmi il loro rispetto.

Cosa sai della Arkema Premier League?
Ho guardato un po’ delle partite tramite YouTube o in streaming. Conosco alcuni giocatori, è un campionato che si è ristretto molto negli ultimi anni e che è diventato più competitivo. Ho la sensazione che manchino ancora alcuni dettagli per farlo conoscere ancora meglio.

“Sarebbe bello se le presenze in Francia continuassero ad aumentare, così è stato negli ultimi anni in Inghilterra”

Esattamente, qual è la tua opinione sulla professionalizzazione del calcio femminile francese rispetto a quello inglese?
Da quello che ho visto da lontano, molti passi sono stati fatti ma c’è ancora molto da fare. Posso capire che la gente dica: ‘perché lascia l’Inghilterra?’, ma voglio aiutare il campionato francese a crescere. Ho l’impressione che vogliamo sempre fare paragoni con l’Inghilterra. Sì, è un campionato molto forte con un pubblico fantastico, ma ci sono anche grandi disparità tra le prime tre squadre e il resto delle squadre. È lo stesso in Francia. Quando ho visto il campo di allenamento del PSG mi sono detto: ”è pazzesco”. E’ così bravo. Sia qui che in Inghilterra, alcuni club hanno bisogno di un po’ più di aiuto rispetto ad altri.

Sei rimasto sorpreso nel vedere la scarsa affluenza?
della partita tra Inghilterra e Francia a Saint-Étienne il 4 giugno?

Alcuni giocatori francesi che conosco, come Melvine Malard, che ha giocato con me al Manchester United, mi hanno avvertito che il Saint-Étienne non era necessariamente di facile accesso. Ma sarebbe bello se le presenze in Francia continuassero ad aumentare, come è avvenuto negli ultimi anni in Inghilterra.
Pensi che il tuo arrivo possa suscitare interesse in Inghilterra per l’Arkema Premier League?

Spero ! Il campionato francese non è molto seguito perché non ci sono molti giocatori inglesi che giocano lì. Spero che le cose cambino con il mio arrivo e soprattutto che le mie prestazioni possano aiutare. »

-

PREV Top 14: conosciamo la sanzione di Reda Wardi e Uini Atonio dopo l’espulsione contro lo Stade Toulousain in semifinale
NEXT Fallito, un allenatore denuncia un regolamento di conti!