Duo Mbappé-Thuram, “seum”, la minaccia De Bruyne… Cinque domande prima degli ottavi di finale dei Blues

Duo Mbappé-Thuram, “seum”, la minaccia De Bruyne… Cinque domande prima degli ottavi di finale dei Blues
Duo Mbappé-Thuram, “seum”, la minaccia De Bruyne… Cinque domande prima degli ottavi di finale dei Blues
-

Tutto quello che c’è da sapere prima del duello tra vicini di casa tra francesi e belgi, lunedì a Düsseldorf, per gli ottavi di finale di Euro 2024.

Il giorno della verità. Dopo un primo turno movimentato, i Pale Blues punteranno a ritrovare il loro splendore contro il Belgio, finora non molto brillante, negli ottavi di finale di Euro 2024. Le due squadre si affronteranno questo lunedì alle 18, a Düsseldorf, dove la Francia ha battuto l’Austria (1-0) all’inizio del torneo. Una partita trasmessa da TF1 e fare sport e che potrete seguire, come di consueto, in diretta commentata sul nostro sito.

Quali 11 per Didier Deschamps e i Blues?

A priori, Didier Deschamps aveva in programma di far giocare Aimé Jacquet contro i belgi, come rivelato domenica da Le Figaro . Escono Ousmane Dembélé, ritorno del 4-4-2 diamante e Antoine Griezmann a sostegno di un tandem di attaccanti composto da Kylian Mbappé e Marcus Thuram, davanti a una tripletta di centrocampisti difensivi composta da N’Golo Kanté, Aurélien Tchouaméni e Adrien Rabiot. L’allenatore punterebbe sulla solidità del muro, in particolare per contenere i ciuffi laterali e il maestro di gioco Kevin De Bruyne (vedi altrove) e sulla complementarità del trio offensivo, a discapito della velocità sulle fasce, e in particolare a destra. A sinistra, Théo Hernandez potrà cavalcare a piacimento, ma non è evidentemente la specialità di Jules Koundé… Dietro appunto, nessuna sorpresa da aspettarsi con il quartetto Koundé/Upamecano/Saliba/Hernandez e Mike Maignan guardiano del tempio . Solido per i Blues questo lunedì.

Quale percorso per le due squadre?

La squadra francese ha concluso al secondo posto nel Gruppo D, dietro all’Austria ma davanti a Olanda e Polonia. Una vittoria contro gli austriaci (1-0) e due pareggi, contro Olanda (0-0) e Polonia (1-1). La selezione belga dal canto suo ha ceduto dall’inizio contro la Slovacchia (0-1), prima di fare rifornimento contro la Romania (2-0) e condividere i punti contro l’Ucraina (0-0). Una finale al termine della quale i Red Devils sono stati fischiati dal proprio pubblico. Atmosfera… Sono arrivati ​​secondi nella classifica del Gruppo E. Due grandi nazioni stordite ma con grandi ambizioni e che hanno ancora tutto da dimostrare in questo Europeo…

GUARDA ANCHE – Griezmann, Barcola e gli Azzurri in palestra alla vigilia degli ottavi contro il Belgio

” data-script=”https://static.lefigaro.fr/widget-video/short-ttl/dugout/index.js” >

Chi vincerà ai quarti di finale?

La vincente di questo Francia-Belgio affronterà venerdì 5 luglio, ad Amburgo, quella di Portogallo-Slovenia. In questa parte della classifica, martedì 9 a Monaco si svolgerà la semifinale. La vincente di Spagna-Georgia affronterà la Germania nell’altro quarto di finale. E, naturalmente, la finale è prevista per domenica 14 luglio a Berlino. Ricordiamo che troviamo l’Inghilterra e l’Olanda in particolare nell’altra parte della classifica. Non l’Italia, eliminata sabato agli ottavi dalla Svizzera (0-2).

Quali sono le principali minacce belghe?

Con tutto l’onore, il capitano Kevin De Bruyne sarà uno da tenere d’occhio. Lui è il giocatore maestro di questa squadra, il leader tecnico. Il giocatore del Manchester City ovviamente non ha in nazionale la stessa dotazione del club, ma è capace di sbilanciare un muro con un colpo di zampa. Di classe mondiale. A proposito di squilibrio, anche l’ex Rennais Jeremy Doku posa lì, in un altro stile. La giovane ala del City sottoporrà Jules Koundé a un test a grandezza naturale. Poco vincente dall’inizio della competizione, Romelu Lukaku resta uno degli ottimi attaccanti del circuito europeo. Per il resto, segnaliamo che la selezione belga comprende diversi giocatori molto conosciuti in Francia, alcuni giocano lì (Théate, Mangala), altri ci hanno giocato (Tielemans, Carrasco, Meunier, Openda, Faes, Sels). Attenzione anche al vivace giocatore dell’Arsenal Leandro Trossard.

Quali precedenti tra le due squadre?

Sono numerosi. E per una buona ragione, il Belgio è l’avversario che la Francia ha incontrato di più nella sua storia, 75 confronti. 26 vittorie, 19 pareggi e 30 sconfitte. Risultato favorevole ai Red Devils, quindi. Solo che i Blues hanno perso solo due delle ultime 13 partite, l’ultimo successo belga risale a giugno 2015 (vittoria per 4-3 a Saint-Denis). Da allora, c’è stata questa vittoria per 1-0 della Francia nelle semifinali dei Mondiali 2018, una partita che ha dato origine a un monumentale “seum” dall’altra parte delle Ardenne, per usare l’espressione di Thibaut Courtois. Idem per lo straordinario successo della squadra francese nelle semifinali della Nations League, nel 2021. Il Belgio era avanti 2-0 all’intervallo prima dei gol di Karim Benzema, Kylian Mbappé e infine Théo Hernandez nelle parate (3-2 ). Un solo duello franco-belga agli Europei finora, una vittoria per 5-0 dei Blues nel 1984, con una tripletta di Michel Platini. Il primo Belgio-Francia? Un pareggio per 3-3 nel maggio 1904, a Uccle.

-

PREV Hicham Aït Menna si avvicina alla presidenza – Telquel.ma
NEXT Griezmann, denunciato uno scandalo in Spagna!