Sergio Pérez riapre discretamente il suo contatore di punti

Sergio Pérez riapre discretamente il suo contatore di punti
Sergio Pérez riapre discretamente il suo contatore di punti
-

Partito da una deludente undicesima posizione sulla griglia di partenza dopo le qualifiche del Gran Premio di Spagna, confermando la vicinanza di prestazioni tra le squadre percepita fin dalle prove libere, Sergio Pérez ha poi portato a termine una gara in cui, secondo le sue stesse parole, la squadra “non sono riuscito a sfruttare al massimo il potenziale della vettura, almeno da parte mia”arrivando al traguardo solo tre posizioni più in alto rispetto alla partenza, in ottava posizione.

Una posizione che fa sì che il pilota messicano abbia ottenuto solo quattro punti al termine della gara di Barcellona e che si trovi quindi di fronte ad una situazione difficile, perché il suo compagno di squadra è riuscito a ottenere la vittoria contro una McLaren di Lando Norris, generalmente considerata più veloce.

Questo Gran Premio complicato ci ricorda quanto siano importanti le qualifiche per chi aveva già avuto difficoltà lo scorso anno in questo esercizio nella seconda metà della stagione. Ma, mentre Pérez offriva regolarmente una festa dei sorpassi domenicali come salvataggio, il fatto di dover affrontare ora la concorrenza più forte di Ferrari, McLaren e Mercedes, in particolare, rende le cose molto più difficili.

“Abbiamo faticato un po’ con il ritmo oggi ed è stato molto difficile superare qualcuno nel primo stint, soprattutto con l’aria sporca”nota impotente. “Stavo gestendo le mie gomme ed ero in un set DRS. Penso che alla fine questo abbia compromesso la nostra gara e abbiamo avuto problemi di bilanciamento con la gomma morbida che hanno reso le cose più difficili del previsto… “

“Abbiamo optato per una strategia a tre soste. Il nostro sabato è stato il problema principale e sono piuttosto deluso perché non siamo riusciti a massimizzare il potenziale della vettura in questo fine settimana, almeno secondo me. Penso che Max abbia fatto una buona lavoro fantastico per ottenere la vittoria. Ho imparato alcune cose buone questo fine settimana per le prossime settimane e spero che potremo essere più competitivi e tornare forti in Austria. Devo aiutare la squadra ad avere dei fine settimana perfetti, perché la stagione promette di essere molto buona competitivo…”

Chi, a differenza dell’anno scorso, non deve preoccuparsi della sua posizione contrattuale all’interno del team per la prossima stagione, dovrà ora riprendere rapidamente il controllo di una situazione che gli è sfuggita per tre GP, quando ha segnato solo un totale di quattro punti, portandolo a 11e pilota unico ad aver registrato il maggior numero di iscritti in questo periodo, a pari merito con… i due piloti VCARB, Yuki Tsunoda e Daniel Ricciardo, e ad aver perso notevolmente il contatto con il secondo posto in campionato, conteso tra Lando Norris e Charles Leclerc.

VIDEO – Il riassunto del GP di Spagna

-

PREV Kylian Mbappé sta già pensando di cambiare numero
NEXT Griezmann, denunciato uno scandalo in Spagna!