AS FAR-MAS e RCA-MCO duellano per un posto in finale

AS FAR-MAS e RCA-MCO duellano per un posto in finale
AS FAR-MAS e RCA-MCO duellano per un posto in finale
-

Il Grand Stade d’Agadir ospiterà due duelli al vertice per le semifinali della Coppa del Trono di Calcio (2022-2023) che sfideranno AS FAR contro Maghreb Fez, domenica dalle 20:00, e Raja Casablanca al Mouloudia Oujda , martedì (20:00).

Le quattro squadre qualificate alle semifinali sono alla ricerca di un posto in finale, con l’ambizione finale di vincere il Santo Graal.

Le semifinali della 67esima edizione della Coupe du Trône si preannunciano intense e combattute, visto il palmares dei quattro protagonisti con un totale di 28 titoli, di cui 12 per l’AS FAR, la squadra più titolata, 8 per Raja Casablanca (3°), mentre Maghreb Fès e Mouloudia Oujda hanno 4 titoli ciascuna (6°, a pari merito).

I Militari e i “Biancoverdi” dovranno realizzare una prestazione all’altezza delle aspettative, come il livello dimostrato in questa stagione a Botola, il cui esito è stato deciso lo scorso anno a favore del club di Casablanca.

Maghreb Fez e Mouloudia Oujda si affronteranno in semifinale con una sfida in più, quella di ottenere una vittoria che possa dare loro l’opportunità di assicurarsi un posto nella CAF Cup la prossima stagione, dopo Raja e AS FAR, 1° e 2° a Botola , hanno convalidato il biglietto per la Champions League africana.

La prima semifinale tra AS FAR e Maghreb Fez sarà sicuramente segnata da una grande rivalità tra le due squadre, poiché il vicecampione marocchino 2023-2024 intende vincere la Coppa del Trono per la 13esima volta nella sua storia, mentre Maghreb Fez sta cercando l’incoronazione per la quinta volta nella sua storia.

AS FAR, che nelle ultime due giornate ha mancato il titolo Botola, e Maghreb Fez, che non è riuscita a qualificarsi per le competizioni continentali a fine campionato, cercheranno di chiudere la stagione in modo positivo.

La squadra della capitale si avvicina a questa sfida con la ferma voglia di riscattarsi dopo la delusione di Botola, raggiungendo la finale per la 18esima volta nella sua storia, dopo quelle vinte nel 1959, 1971, 1984, 1985, 1986, 1999, 2003, 2004. , 2007, 2008, 2009 e 2020. I Militaires hanno perso otto finali contro Maghreb Fez (1988), Olympique Casablanca (1990), Raja Casablanca (1996, 2012) e Wydad Casablanca (1998).

I compagni di squadra di Rabie Hrimat sono arrivati ​​in semifinale dopo aver battuto l’Olympique Dcheira (2-1) nei quarti e il Renaissance Zemamra (2-1) agli ottavi.

I “Giallo-Neri”, arrivati ​​in semifinale a spese di Moghreb Tétouan ai quarti (4-2) e Fath Casablanca (1-0) agli ottavi, sperano, dal canto loro, di disputare la tredicesima finale della Coppa del Trono della loro storia. Oltre alle incoronazioni del 1980, 1988, 2011 e 2016, la squadra della capitale spirituale aveva perso otto volte la finale (1966, 1971, 1974, 1993, 2001, 2002, 2008 e 2010).

La seconda semifinale tra Raja Casablanca e Mouloudia Oujda si preannuncia intensa quanto la prima, con entrambe le squadre piene di motivazioni per ottenere un risultato positivo e assicurarsi il biglietto per la finale.

Dopo l’incoronazione a Botola, il club di Casablanca è fortemente motivato a vincere il 9° titolo della Coupe du Trône e salire al 2° posto tra i club di maggior successo in questa competizione insieme al rivale Wydad Casabnca e dietro all’AS FAR (12 titoli).

I compagni di squadra di Anas Zniti puntano alla quindicesima finale della Coppa del Trono nella storia del club, che ha vinto il titolo nel 1974, 1977, 1982, 1996, 2002, 2005, 2012 e 2017. Il Raja Casablanca ha perso le finali nel 1965, 1968, 1983, 1992, 2013 e 2022.

Il Raja ha raggiunto le semifinali dopo aver battuto l’Hassania Agadir (4-2) nei quarti e il Chabab Mohammedia (1-0) agli ottavi.

Per Mouloudia Oujda la semifinale è l’occasione ideale per superare la delusione della retrocessione in D2, dopo una stagione difficile tra le élite.

Il club orientale, detentore della prima Coupe du Trône nel 1957, punta a disputare la sesta finale della sua storia. Vinse il titolo anche nel 1958, 1960 e 1962.

Il Mouloudia si è qualificato per le semifinali a spese dell’Olympique Khouribga nei quarti (1-0) e del Racing Casablanca agli ottavi (4-1).

Con MAPPA

-

PREV ATP > Vijay Amritraj (ex 16esimo al mondo): “Djokovic lo sa, Alcaraz lo sa e Djokovic sa che Alcaraz lo sa”
NEXT Mbappé: dopo il trasferimento, il Real Madrid gli dà un ordine