Stanley Cup 2024: il vento ha cambiato completamente direzione

Stanley Cup 2024: il vento ha cambiato completamente direzione
Stanley Cup 2024: il vento ha cambiato completamente direzione
-

ALBA | Una settimana fa pensavamo che la finale della Stanley Cup fosse quasi finita, ma ora le cose sono completamente cambiate.

• Leggi anche: Finale della Stanley Cup: ci sarà una sesta partita!

• Leggi anche: McDavid è il migliore al mondo

• Leggi anche: Paul Maurice ha avuto una risposta meno fluida

• Leggi anche: Gli Oilers ottengono il primo successo nella storia

Guidati da un imperiale Connor McDavid, gli Oilers tornano a Edmonton per la sesta partita, dopo averne appena vinte due di fila dopo essere stati sotto 0-3.

Sono diventati la prima squadra a vincere una quinta partita in trasferta dopo essere stati in svantaggio 0-3 nella finale della Stanley Cup e fanno parte di sole quattro squadre a forzare la sesta partita dopo aver perso le prime tre partite della finale.

Parleremo ancora di questo ritorno tra 20 anni anche se gli Oilers non riusciranno a raggiungere l’impresa di vincere la serie. Qualcosa sta accadendo in questo momento e la storia che gli Oilers stanno creando è affascinante. E le Pantere sembrano impotenti di fronte a questa macchina messa in moto.

Leggendario

Limitato a un assist nelle prime due partite in Florida, Connor McDavid è stato impressionante per tre partite e sta facendo di tutto per trovare il suo posto nella leggenda.

Ha appena messo insieme due prestazioni consecutive da quattro punti e ha dieci punti in tre partite. Solo un altro giocatore lo ha fatto in finale. Hai indovinato, è Wayne Gretzky.

Con due partite rimaste al massimo, non importa come finirà questa serie, il Conn Smythe Trophy deve andare a McDavid, poiché il suo gioco stimolante gli consente di portare la sua squadra sulle spalle. Senza di lui si parlerebbe già del draft che si svolgerà tra una settimana a Las Vegas.

È impressionante quanto il centro dell’Ontario riesca ad essere migliore quando la situazione lo richiede. Porta la sua squadra sulle spalle e ispira i suoi compagni. Questo è ciò che Matthew Tkachuk sta cercando di fare con i Panthers, ma non funziona altrettanto bene.

Emozioni

Se gli Oilers stanno orchestrando una grande rimonta è perché hanno continuato a giocare bene nonostante i risultati che non arrivavano all’inizio della serie. Perché al di là delle tre sconfitte, nel complesso hanno giocato bene. Soprattutto è mancata la fortuna, o addirittura la conclusione a rete di Sergei Bobrovsky, che forse sembrava migliore di quanto avrebbe dovuto.

Sono rimasti calmi e, come ha sempre detto l’allenatore Kris Knoblauch, non si sono lasciati disturbare da elementi esterni.

I Panthers potrebbero aver fatto di tutto per cercare di disturbarli distribuendo numerosi colpi, andando a scuotere Bobrovsky o essendo intensi nel loro forecheck, gli Oilers non si tirano indietro.

Gli Albertani stanno vincendo la battaglia delle emozioni che si rivelerà decisiva nel finale. E sarà ancora più vero venerdì sera, nell’incandescente Rogers Place.

Irriconoscibile

Per i Panthers, per quanto Sergei Bobrovsky sia stato impressionante nelle prime tre partite, il muro si è rotto durante le due sconfitte appena subite.

Il portiere della Florida, che sembrava camminare sull’acqua, ha concesso nove gol in quattro periodi agli Oilers poiché è stato eliminato dalla quarta partita all’inizio del secondo periodo. Molto religioso, Bobrovsky ha detto che Dio era al suo fianco dopo la sua prima vittoria. Ma sembra che l’Onnipotente abbia ormai esaurito i miracoli.

Per essere più precisi, in queste due partite ha concesso 9 gol su 39 tiri. Siamo molto lontani dalle sue imprese della scorsa settimana.

E Sam Bennett, che anche lui aveva iniziato la finale da leone, comincia ad avere meno benzina nel serbatoio. Dà ancora fastidio agli Oilers, ma martedì sera è stato significativamente meno efficace. C’è motivo di preoccuparsi.

In effetti i Panthers devono sicuramente iniziare ad innervosirsi perché, anche se gli Oilers sono ancora solo a metà strada, stanno mostrando segnali molto incoraggianti per il futuro. E i Panthers devono averne paura.

-

NEXT Griezmann, denunciato uno scandalo in Spagna!