Anthony Mantha non si adatta alla cultura canadese

-

Tra poche settimane avremo risposta a diverse domande relative al canadese. In particolare, sapremo chi sarà la scelta numero 5 al draft, se un big free agent ha firmato in città e potremo farci un’idea se una transazione per un attaccante affermato nella top-6 sia possibile.

Ciò non significa che non succederà nulla da metà luglio in poi, ma il grande momento è adesso.

Siamo d’accordo sul fatto che il canadese non dovrebbe avere un grande impatto sul mercato dei free agent, ma c’è ancora la possibilità che Kent Hughes e Jeff Gorton ingaggino un ragazzo che ha un nome nella NHL.

Pubblicamente, il nome Anthony Mantha sarà popolare. Il talentuoso attaccante del Quebec è stato a volte legato al Flannel in passato, ma non è mai arrivato in città.

Succederà questa estate?

Secondo Tony Marinaro ed Eric Engels, che hanno risposto ad una domanda sull’argomento nel Sick Podcast di ieri, non bisogna aspettarsi che il canadese sia in corsa per Mantha.

Per quello? Perché non è lui quello che cerca il canadese.

Il campionato non si gioca tre contro tre.

Il canadese sta cercando di costruire una certa cultura: se un giocatore non può giocare forte tutte le sere, semplicemente non funzionerà. –Tony Marinaro

Anche se è grosso e ha un buon tiro, Mantha non si adatta a ciò che CH sta cercando di fare, ha aggiunto Eric Engels. A causa della sua età e di quello che chiederà di stipendio, semplicemente non funziona.

E ha parlato anche della cultura del CH. È un elemento che ritorna.

Il giornalista di Sportsnet ha anche aggiunto che se il canadese dovesse “scommettere” con un marcatore, lo farebbe con qualcuno che è in grado di segnare con più regolarità di Mantha.

Possiamo ovviamente passare all’argomento successivo, allora.

Molti

– Ha senso.

– Leggere.

– L’Atletico risponde ad alcune domande legate al draft. [NYT]

– Monitorare.

-

PREV Caso Jaminet: il cappio si stringe attorno alle retrovie internazionali – Quinze Ovalie
NEXT Magico annuncio dell’Al-Qadsiah FC per l’arrivo di Pierre-Emerick Aubameyang dall’OM