Euro 2024 | L’infortunio di Mbappé, una grande nuvola nel cielo azzurro della Francia

-

(Paderborn) La frattura del naso di Kylian Mbappé ha oscurato l’orizzonte della Francia, che incrocia le dita per ritrovare al più presto il suo asset numero 1 e si chiede già come vivere senza di lui per l’immediato proseguimento di Euro 2024. .


Inserito alle 7:30

Keyvan NARAGHI

Agenzia media francese

Il successo, anche di misura, contro l’Austria (1-0), lunedì a Düsseldorf, poteva essere considerato un buon punto di partenza per i Blues nel torneo continentale, ma il sollievo ha presto lasciato il posto all’angoscia con l’uscita a fine gara. del capitano, con il naso sanguinante dopo la collisione con Kevin Danso.

Didier Deschamps non ha commesso errori. Mentre il suo giocatore veniva sottoposto ad accertamenti in ospedale, l’allenatore guardava al futuro con una frase piena di significato.

“L’ho sempre detto, con Kylian la Francia è più forte. Se le notizie non sono buone, combatteremo senza di lui. Kylian è Kylian, in qualunque squadra sia, la squadra è più forte”, ha detto.

Per il momento lo staff dei vice-campioni del mondo non ha fornito un periodo di indisponibilità riguardante il N.10, ma il timore di un forfait per il resto della competizione è stato subito spazzato via dal presidente della Federcalcio francese Philippe Diallo .

“Nessuna operazione, andrà tutto bene”, ha detto il leader ai giornalisti mentre lasciava il complesso di Düsseldorf.

FOTO MARTIN MEISSNER, STAMPA ASSOCIATA

Kylian Mbappe

La FFF ha poi diramato un comunicato stampa nella notte tra lunedì e martedì in cui confermava il naso rotto dell’aggressore, precisando che avrebbe dovuto indossare una protezione.

Corsa contro il tempo

“Verrà realizzata una maschera in modo tale da consentire […] considerare la ripresa delle competizioni dopo un periodo dedicato alle cure”, ha spiegato la dirigenza.

La stessa superstar ha usato l’umorismo sui social network, chiedendo ai suoi 14 milioni di iscritti su X: “Qualche idea per le maschere? » Segno che il morale non è intaccato e che ha intenzione di tornare il più presto possibile sui campi degli Europei.

È comunque in corso una corsa contro il tempo per recuperare Mbappé e Deschamps dovrà scervellarsi per rivedere al più presto la sua animazione offensiva, punto nero della partita contro l’Austria. Anche se lo staff non ha specificato nulla in merito, sembra molto complicato recensire il 3e Capocannoniere della storia dei Blues (47 gol in 80 presenze) venerdì a Lipsia contro l’Olanda, per lo shock del Gruppo D.

Senza un giocatore eccezionale come Mbappé, la Francia è particolarmente carente in attacco e non sarà la prestazione degli offensivi schierati lunedì a rassicurare il tecnico. Anche l’unico gol francese, segnato da Maximilian Wöber contro il suo gruppo, è venuto da un’ispirazione del futuro madrileno.

Ousmane Dembélé e Marcus Thuram presentavano un’indigenza tecnica molto preoccupante e Olivier Giroud, che ha sostituito il n.10, ha mancato una grande occasione. A quasi 38 anni (30 settembre), la persona che si ritirerà a livello internazionale al termine dell’Europeo può rappresentare un ricorso credibile, anche nel breve termine?

“Non penso a me stesso in questo momento”, ha reagito il centravanti, che ha firmato con il Los Angeles FC. Penso a lui (Kylian Mbappé, ndr), alla squadra. In ogni caso, non sappiamo chi giocherà la prossima partita. Speriamo solo che si riprenda il più presto possibile”.

Come ai Mondiali del 2002 con la coscia di Zinédine Zidane, la squadra francese resta appesa alle condizioni del naso del suo leader.

-

PREV Torneo Aucamville: un evento per grandi e piccini
NEXT aperta un’inchiesta sulla rissa dopo Uruguay-Colombia