Onet-le-Château. C’erano anche i semi dei campioni

Onet-le-Château. C’erano anche i semi dei campioni
Onet-le-Château. C’erano anche i semi dei campioni
-

l’essenziale
Focus sulla prima parte di questo gala in cui il pubblico ha potuto apprezzare il susseguirsi dei campioni, a volte anche giovanissimi!

Al di là dei grandi campioni – siano essi professionisti, come Victoire Piteau o Abibe Bennama, o futuri campioni olimpici come Sofiane Oumiha, Billal Bennama e Makan Traoré – che hanno offerto combattimenti magnifici e uno spettacolo eccezionale, che le nostre pagine sportive hanno ampiamente raccontato, abbiamo voluto evidenziare la “next generation”, coloro che hanno interpretato brillantemente la prima parte di questo gala, che hanno riscaldato la sala e allietato il pubblico già numerosissimo dell’Athyrium (si parla di più di 500 spettatori!).

Dalle 18,30 in punto, dopo aver chiesto un forte applauso a tutti i volontari che hanno lavorato e contribuito, attorno a Mohamed El Yaacoubi, all’innegabile aura e successo di questo evento, il presentatore e commentatore ha presentato i primi due incontri assicurati dei giovani di boxe educativa “È la scuola del pugilato, quella che infonde nei nostri giovani i valori del nostro sport, ma è anche l’anticamera del pugilato dilettantistico e perché no dei futuri campioni professionisti di domani…”. Prima di tutto annunciando Noam Benama di Blagnac e Tahir Bechelghem di Albi, 10 anni, che hanno gareggiato in 3 riprese da un minuto, non senza ricordare che gli impatti erano proibiti e che contava solo il tocco, poi nella boxe femminile con Alexia Seguelas degli Hurricane Boxe Onet e Angeline Réa di Lavaur, rispettivamente di 14 e 15 anni, che si sono affrontate in tre round da un minuto e mezzo. Due incontri che si sono conclusi, come abbiamo capito, in parità… Poi, dopo un vibrante omaggio ad Alain – uno di loro, una figura sorprendente e accattivante della boxe, che se ne è andato da poco – si sono svolti una decina di incontri amatoriali, il primo in assoluto con Tanguy Villette Pouget dell’uragano Boxe d’Onet e Bilal Zerkan di Auch… Prima della tanto attesa seconda parte…

-

PREV Embolo e Rieder partono al posto di Shaqiri e Vargas – rts.ch
NEXT Memorial Cup: Owen Beck e gli Spirit si dirigono verso la finale, dominando Moose Jaw 7 a 1